Francia, il deputato che difende le donne è un molestatore?

Denis Baupin si è dimesso perché accusato di violenza sessuale. Ma nega ogni responsabilità. Alcune delle persone coinvolte hanno raccontato la loro versione.

denis baupinAccusato di violenza sessuale da otto donne, il deputato francese Denis Baupin (di Europe Écologie Les Verts, EELV) si è dimesso da vicepresidente dell’Assemblea, negando però ogni responsabilità e sottolineando la sua contrarietà a qualunque tipo di abuso. In un comunicato diffuso nella tarda mattinata del 9 maggio, il politico ha fatto sapere, tramite i suoi avvocati, che la sua scelta dipende dalla volontà di «proteggere le istituzioni della Repubblica e potersi assicurare una difesa».

LA FOTO CHE HA SPEZZATO IL SILENZIO
Le persone coinvolte hanno deciso di raccontare la loro versione dopo aver visto la foto-campagna (otto uomini con il rossetto rosso) contro la violenza sulle donne pubblicata dal deputato sul suo profilo Twitter in occasione della festa della donna, l’8 marzo. «Quando ho visto anche lui in quell’immagine ho avuto la nausea. Ho vomitato e scritto un post su Facebook», ha spiegato a France Inter Elen Debost, sindaco aggiunto al comune di Mans. E ha aggiunto: «Mi sentivo colpevole di ricevere i suoi sms sessuali, ai quali avevo già detto di non essere interessata. Mi diceva cose oscene». Tutto è iniziato, secondo le testimonianze, nel 2011. Più di 150 messaggi sul cellulare. «Sono in treno e vorrei sodomizzarti mentre indossi gli stivali alti», «Voglio vedere il tuo culo», e simili.

«IMPOSSIBILE CONTINUARE A TACERE»
La foto ha spinto anche un’altra donna, Sandrine Rousseau, a parlare: «Non vedevo qualcuno che difendeva le donne, ma qualcuno che aveva costretto delle persone a fare sesso. Mi sono detta che non era più possibile restare in silenzio», ha dichiarato la Rousseau, attuale portavoce dell’EELV.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , Data: 09-05-2016 02:54 PM


Lascia un Commento

*