Sembrava un angelo, ma era un sex toy

Riveriscono una bambola pensando sia benedetta.

sex toy angeloÈ successo in Indonesia. Pardin, un pescatore del villaggio di Kalupapi, stava navigando nelle isole Banggai al largo di Sulawesi quando si è imbattuto nel corpo in lattice di una donna. Nello stesso momento, in cielo, si stava verificando un’eclissi solare. Per Pardin non c’erano dubbi: si trattava di un angelo caduto dal cielo.

VENERATA COME UNA DEA
Così ha raccolto l’angelo di plastica e l’ha portato a casa. Le ha messo il velo, l’ha vestita, lavata, agghindata, truccata, e, insieme ai suoi familiari, ha iniziato a venerarla, come una vera ‘dea’. Per mesi è stata curata, riverita, e nel villaggio si sono diffuse le prime leggende. Per alcuni l’angelo aveva pianto, per altri era benedetto e miracoloso.

LA DURA REALTÀ
Il sogno è svanito quando la notizia è arrivata alla polizia locale che è andata a fare un controllo. Le forze dell’ordine si sono trovate davanti a un giocattolo erotico seduto su una sedia e vestito a festa. «Quando siamo arrivati abbiamo visto che l’angelo caduto era in realtà solo una bambola, un gioco per il sesso. Lo abbiamo spiegato alle persone. Loro non hanno Internet, non sanno cosa sia un sex toy», ha raccontato l’agente Heru Pramukarno. La bambola è stata poi sequestrata, lasciando la comunità contrariata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 04-05-2016 03:24 PM


Lascia un Commento

*