Ma 'ndo vai se lo slogan non ce l'hai?

Con le elezioni ormai alle porte, sono molti i candidati che cercano di accaparrarsi le simpatie dell'elettorato con tormentoni e motti. Ecco quelli peggiori provenienti da tutta Italia.

pietro morittuSi sa, una buona comunicazione può fare la differenza. Specialmente in politica dove slogan e motti vengono ripetuti in continuazione pur di accaparrarsi le simpatie dell’elettorato. Era il 2013 quando Pier Luigi Bersani raccontava ai sostenitori del Pd di non essersi candidato solo per «smacchiare il leopardo». Un tormentone passato alla storia ma che, a livello politico, non ha portato troppa fortuna all’allora segretario del Partito Democratico. Ma, come dice il proverbio, non c’è mai fine al peggio. E se Bersani si è fatto (momentaneamente?) da parte, le nuove leve hanno saputo sfruttare al meglio gli insegnamenti del ‘maestro’. Da Simona Tagli sino ad Antonio Del Piano, ecco nella gallery i santini elettorali del 2016, tra slogan stonati e scelte discutibili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, foto, Gallery, persone Argomenti: , Data: 24-05-2016 05:40 PM


Lascia un Commento

*