Olimpiadi (da record) in famiglia

La campionessa georgiana di tiro a segno Nino Salukvadze gareggerà a Rio con il figlio 18enne nella stessa disciplina: è la prima volta. Ma la competizione non sarà serrata.

Olympics Day 2 - Shooting«Sono contenta di far parte della Nazionale del mio Paese, ma ancora più felice di vedere mio figlio alla stessa Olimpiade». Sì, perché Nino Salukvadze, campionessa georgiana di tiro a segno che affronterà l’avventura dei giochi di Rio insieme al figlio Tsotne, 18 anni, appassionato di rugby e culturismo. Un record storico: nella storia dei Giochi Olimpici le combinazioni ‘parentali’ non sono una novità: fino ad oggi ce ne sono state 70, ma la combinazione madre-figlio non si era mai verificata.
I primi saranno appunto Nino e Tsotne, che gareggeranno nello stesso sport, il tiro a segno.

IL DEBUTTO NEL 1988 A SEUL
La signora Nino è un’icona di questo sport. I suoi primi giochi sono quelli del 1988 a Seoul. Ha costruito una carriera trentennale con sette partecipazioni olimpiche e con questa brasiliana, l’ottava, eguaglierà il record di Josefa Idem. Nino ha vinto tre medaglie, due al debutto a Seul, quando rappresentava ancora l’Unione Sovietica: una d’oro nei 25 metri con la pistola e una d’argento nei 10 metri pistola ad aria. Dopo Barcellona ’92 con il team unito, ecco la passerella sotto bandiera georgiana ad Atlanta ’96, Sydney 2000, Atene 2004, Pechino 2008 e Londra 2012.

NESSUNA PRESSIONE
La campionessa è anche l’allenatrice della squadra nazionale e ha contribuito a mantenere lo sport vivo nel suo paese dopo la fine dell’Urss.
Il figlio, pronto per l’avventura sportiva e familiare, dice di non sentire la pressione, anche se sua madre aveva la sua età quando vinse le prime medaglie. «Allora c’era l’Urss e maggiori fondi per lo sport, lei dice non pretendere nulla da me». Lui alla mamma dice «All’Olimpiade rappresenterò mia madre, il mio Paese e me stesso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , Data: 04-05-2016 01:10 PM


Lascia un Commento

*