Se il sangue non ferma i selfie

Sono immagini scioccanti quelle scattate dalla giornalista Kinana Allouche, che stanno facendo il giro del mondo. Un viso sorridente con alle spalle i corpi martoriati delle vittime della guerra in Siria.

Kinana-AlloucheHa un’espressione serena e sorridente davanti alla fotocamera del suo smartphone, Kinana Allouche, giornalista embedded della tivù filogovernativa di Bashar Al Asad, Addounia. Viso truccato e capelli biondi. Un volto angelico davanti all’obbiettivo che stride terribilmente con lo scenario alle sue spalle: i cadaveri martoriati dall’atrocità della guerra in Siria.
Gli scatti, che la reporter pubblica sul suo profilo Facebook che conta oltre 223 mila fan, stanno facendo il giro del mondo e soprattutto dei giornali arabi scatenando non poca indignazione. Un’ossimoro difficile da guardare, quello impresso in quelle immagini: un’espressione gioiosa e fredda davanti al sangue. Quando la moda dei selfie diventa orrore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: , , Data: 28-04-2016 07:58 PM


Lascia un Commento

*