La sterlina è femmina

Ecco chi è Nan Shepherd, la scrittrice e poetessa il cui volto sarà presto stampato sulle banconote da cinque pound. Lo ha annunciato sul suo profilo Twitter la Banca Reale di Scozia.

nanDal 2020, le banconote da 20 dollari sono destinate a cambiare volto: il presidente Andrew Jackson è infatti pronto a cedere il suo posto ad Harriet Tubman, la donna di colore vissuta a cavallo tra ’800 e ’900, diventata un simbolo della lotta alla schiavitù. Ma adesso, anche la Banca Reale di Scozia ‘apre’ alle donne, annunciando su Twitter la stampa, sulle nuove banconote da dieci e da cinque sterline, di due volti femminili scozzesi, rispettivamente l’astronoma Mary Somerville (della quale abbiamo scritto qui) e la scrittrice Nan Shepherd.

LA FORMAZIONE
Nata a Peterculter nel 1893, la Shepherd ha frequentato un liceo femminile per poi laurearsi presso l’Università di Aberdeen nel 1915. Subito dopo, ha iniziato la carriera da insegnante, abbandonata definitivamente nel 1956. È stata romanziera e poetessa, influenzata molto, nel suo lavoro, dal paesaggio e dall’atmosfera scozzese, che hanno trovato largo spazio nella sua prosa e nei suoi versi.

TRE ROMANZI
La Shepherd è ricordata come una delle più importanti figure della letteratura moderna scozzese. Centrale, nella sua poetica, il racconto dello ‘scontro’ tra l’esigenza di mantenere la tradizione e la spinta verso la modernità. Il suo primo romanzo, The Quarry Wood, è uscito nel 1928 e viene spesso paragonato a Sunset Song di Lewis Grassic Gibbon (pubblicato quattro anni più tardi), perché entrambi raccontano le vite chiuse e spesso drammatiche delle donne in Scozia. Il suo secondo romanzo, The weatherhouse, è uscito nel 1930 e racconta le relazioni tra le persone di una piccola comunità scozzese. A Pass in the Grampians, il suo ultimo romanzo, è stato pubblicato nel 1933.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , Data: 27-04-2016 06:22 PM


Lascia un Commento

*