La beneficenza secondo Barbie

Un selfie con il leone, una posa davanti alla bidonville, un tatuaggio dell'Africa sul seno. Ecco la nuova pagina Instagram della bambolina, creata per parodiare e denunciare i frequenti 'eccessi' del volontariato.

33Dopo aver visto i profili Instagram di Barbie e Ken in versione hipster, arriva la pagina che mostra l’amatissima bambolina nei panni di volontaria in Africa.

UNA PARODIA
La pagina Barbie Savior, comparsa da qualche settimana sul social delle foto, fa la parodia degli eccessi, in alcuni casi, della beneficenza promossa dalle Organizzazioni non governative (ONG) nel continente africano. Capita sempre più spesso, infatti, di vedere i selfie che gli occidentali pubblicano (auto-immortalandosi accanto a bambini in condizione di estrema povertà) sui social, per documentare una visita o un (eventuale) atto d’altruismo.

LA RETORICA
Barbie lavora per una ONG immaginaria che fornisce acqua alle popolazioni del luogo. Così, vediamo la bambolina sorridente insieme a una quindicina di bimbi di colore, tenera davanti a una bidonville, impavida accanto a un leone. «Non siamo africani perché siamo nati in Africa, ma perché l’Africa è nata in noi», dice la Barbie commentando una delle foto.

GLI ECCESSI DEL VOLONTARIATO
La pagina cerca di denunciare la deriva del volontariato scimmiottandone e sottolineandone gli eccessi e la retorica. «Vogliamo soltanto fare un po’ discutere su ciò che è appropriato e ciò che non lo è in certi contesti. Non vogliamo dire ‘non aiutate gli altri’, semmai cerchiamo di avviare una discussione su come è meglio farlo», hanno dichiarato le due creatrici del profilo (loro stesse collaboratrici, in passato, di una ONG) al sito Quartz.
Ecco alcune immagini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, foto, Gallery Argomenti: , , Data: 26-04-2016 03:26 PM


Lascia un Commento

*