Il mondo ai loro piedi

di Matteo Innocenti
Time Magazine ha stilato la lista delle persone più influenti del pianeta. Tra di loro ci sono 39 donne, divise in cinque categorie: Pionieri, Titani, Artisti, Leader e Icone. Ecco chi sono.

Come ogni anno, Time Magazine ha scelto i 100 personaggi più influenti al mondo. Due gli italiani inseriti nella Time 100 del 2016: la misteriosa scrittrice Elena Ferrante e lo stilista Riccardo Tisci, direttore artistico della maison francese Givenchy. Il magazine non stila una classifica, ma inserisce i personaggi in cinque categorie, ovvero ‘Pionieri’, ‘Titani’, ‘Artisti’, ‘Leader’ e ‘Icone’. In tutto sono 39 le donne selezionate da Time Magazine. E in mezzo a tanti volti noti ci sono anche figure femminili tutte da scoprire.

PIONIERI
La pioniera più famosa della Time 100 è Caitlyn Jenner, l’ex atleta che nel 2015 ha fatto coming-out rivelando di voler diventare donna e che ha raccontato poi il suo percorso di transizione nel reality show I Am Cait. Un esempio di coraggio per tante persone, proprio come la pediatra Mona Hanna-Attisha (inserita nella lista in con Marc Edwards), che ha denunciato lo scandalo dell’inquinamento di piombo nell’acqua potabile erogata a Flint, nel Michigan. A proposito di lotte, tra le pioniere c’è anche l’attivista e politica indiana Sunita Narain, sempre in prima linea per la difesa dell’ambiente, come Christiana Figueres, responsabile delle Nazioni Unite per il clima. E proprio all’Onu Nadia Murad, giovane donna irachena della minoranza yazida, ha denunciato le violenze subite dai miliziani dell’Isis, meritandosi di diritto l’ingresso nella Time 100. Sono poi quattro le donne che ci entrano ‘in camice’: Laura Esserman e Shelley Hwang, guru della chirurgia senologica che operano presso l’Università della California di San Francisco e la Duke Health, la professoressa dell’Università delle Hawaii Hope Jahren, nota per i suoi studi sui fossili delle piante, e Kathy Niakan, diventata nel 2016 la prima scienziata con l’approvazione regolamentare per modificare il genoma di embrioni umani per la ricerca. Tra le pioniere il Time 100 ha inserito infine a sorpresa anche Gina Rodriguez, protagonista spagnola della serie tivù Jane the Virgin, acclamata dalla critica.

TITANI
Sono solo tre le donne considerate da Time Magazine titani di questo 2016. E, anche se operanti in settori completamente diversi, sono tutte statunitensi. Priscilla Chan è stata selezionata per l’impegno filantropico profuso insieme al marito Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook. La nuotatrice statunitense Katie Ledecky è invece entrata in lista perché è la primatista mondiale dei 400 m, 800 m e 1500 m stile libero. La terza pioniera è poi Kathleen Kennedy, che insieme al marito Frank Marshall e Steven Spielberg ha fondato la Amblin Entertainment, casa che ha prodotto Star Wars: Il risveglio della Forza, settimo episodio della saga di Guerre Stellari.

ARTISTI
Rientra in questa sezione l’unica italiana scelta da Time Magazine. E lo fa con uno pseudonimo, perché si tratta di Elena Ferrante, la scrittrice pluritradotta all’estero ma di cui, com’è noto, ancora non si conosce la reale identità. Non ha colleghe in questa categoria, dove prevalgono le attrici. La più nota è Charlize Theron, selezionata non tanto per le sue capacità recitative quanto perché membro di organizzazioni per i diritti delle donne e degli animali. Le altre sono Melissa McCarthy, che dopo anni in ruoli secondari sta vivendo un periodo d’oro, Julia Louis-Dreyfus, la vicepresidente Meyer di Veep, che in carriera si è aggiudicata un Golden Globe e cinque Emmy, e Taraji P. Henson, vista in Empire. Ma anche l’indiana Priyanka Chopra, protagonista della serie Quantico, e Ariana Grande, star da 38 milioni di follower su Twitter. Tra gli artisti c’è poi Guo Pei, fashion designer cinese che ha vestito molte celebrità, tra cui Rihanna, e Yayoi Kusama, precorritrice nipponica della pop-art con l’ossessione per punti e sfere, ancora attiva alla veneranda età di 87 anni.

LEADER
Una è già a capo del suo Paese, l’altra potrebbe fare altrettanto. Angela Merkel e Hillary Clinton non potevano mancare in questa lista e la candidata alla presidenza degli Stati Uniti è, tra l’altro, seconda solo a Obama per presenze (10) nella Time 100. Tra le leader ci sono poi Maxima d’Olanda, che per l’impegno sociale è stata paragonata a Lady Diana, la politica birmana Aung San Suu Kyi, e Tsai Ing-wen, la prima donna eletta presidente di Taiwan. Ma anche Jaha Dukureh, attivista gambese sopravvissuta alla mutilazione genitale femminile, e Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale. Com’è ovvio, le americane dominano la Time 100: tra le leader figurano infatti Lori Robinson, prima donna generale a quattro stelle della United States Air Force, Diana Natalicio, rettrice dell’Università del Texas che ha aperto il college di El Paso ai messicani rendendolo un prestigioso centro di ricerca, e Nikki Haley, governatore della Carolina del Sud.

ICONE
Sette le donne inserite da Time Magazine tra le icone del 2016. Se Adele non ha bisogno di presentazioni, la presenza dell’eccentrica rapper Nicki Minaj potrebbe in effetti far storcere il naso. Le altre sono Marilynne Robinson, scrittrice e saggista statunitense Premio Pulitzer, la farmacista cinese Tu Youyou, Premio Nobel per la medicina 2015 per aver scoperto come guarire la malaria con un’erba molto usata nella medicina tradizionale del suo Paese, e la modella Karlie Kloss, un’icona al di sopra di ogni sospetto finita ben 34 volte sulla copertina di Vogue. Nella lista anche due sportive. Sono la tennista indiana Sania Mirza, che ha ispirato milioni di connazionali a seguire i loro sogni, e l’atleta di arti marziali miste Ronda Rousey: nel 2015 è stata messa per la prima volta al tappeto, è pronta a tornare più forte di prima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*