Quando il gender gap favorisce Trump

Una ricerca statunitense ha stabilito che gli uomini hanno paura di avere un presidente donna. Il motivo? Temono di vedersi superare nei guadagni e nel lavoro dalle proprie compagne.

downloadIl solo pensiero di poter, magari un giorno, guadagnare meno delle loro mogli avrebbe portato molti statunitensi a schierarsi con Donald Trump piuttosto che con Hillary Clinton. E a renderlo noto non sarebbe stata una soffiata anonima o un tentativo di screditare il discussissimo Donald, ma un vero e proprio studio condotto dall’Università del New Jersey. I ricercatori hanno infatti scoperto che gli elettori di sesso maschile sentono molto la pressione riguardante il gender gap. Soprattutto quando si parla di differenza di stipendio. Ecco che, secondo quanto emerge dalla ricerca, le antipatie politiche potrebbero essere accantonate dagli uomini proprio a causa dell’idea di essere governati da un presidente donna. In uno scontro diretto tra la Clinton e Trump, così, a uscire sconfitta potrebbe essere proprio la First Lady.

CAVIE DA VOTO
Per arrivare a questa allarmante conclusione, gli studiosi della Fairleigh Dickinson University hanno proposto un sondaggio politico composto da una serie di domande riguardanti proprio alcune spinose questioni sul gender gap. Molte vertevano anche e soprattutto sui guadagni delle donne. «Una metà delle persone intervistate, al contrario dell’altra, sono state pungolate con domande legate alla differenza di genere. Ad esempio, tra i quesiti, si chiedeva se si sarebbero sentiti in imbarazzo nel caso in cui la propria compagna o compagno avesse guadagnato più di loro», ha spiegato Dan Cassino, direttore della ricerca. «La ragione per cui abbiamo fatto questa domanda era di spingere gli uomini a pensare a potenziali minacce per i loro ruoli di genere», ha aggiunto Cassino.

I DATI
Ed ecco che chi ha ricevuto il questionario privato delle domande ‘sessiste’ si è detto pronto a votare per Hillary Clinton. Al contrario Trump è stato maggiormente sostenuto da chi è stato stimolato a pensare che una donna al potere avrebbe potuto causare una maggiore equità o addirittura superamento femminile in benefit e stipendio. I sondaggisti hanno inoltre notato che le signore hanno risposto sempre con una netta preferenza per la Clinton, al contrario degli uomini che, dopo aver innescato nelle loro menti il tarlo del sessimo, hanno virato verso Trump.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , Data: 20-04-2016 07:05 PM


Lascia un Commento

*