L'educazione sessuale? In punta di dita

I genitori simpatizzanti del Family Day si scandalizzano per un libro interattivo che invita i bambini a usare l'indice per mimare il pene e la penetrazione. Ma il libro è in vendita dal 2006. E le recensioni non sono affatto negative.

9788804554929-tutto-quello-che-non-hai-mai-osato-chiedere_mob_copertina_piatta_foChe cosa c’è di male in un libro che insegna l’educazione sessuale ai bambini? Dipende un po’ dai punti di vista: chiedete alle associazioni vicine ai comitati no gender, e ve lo descriveranno come il più pericoloso strumento di perdizione per i loro pargoli indifesi. Se l’indice dei libri proibiti esistesse ancora, alla lista stavolta si aggiungerebbe Tutto quello che non hai mai osato chiedere, destinato a un pubblico di bambini dai nove agli 11 anni. La colpa più grande di questo simpatico libriccino? La possibilità di infilare un dito in un’illustrazione, per simulare il pene e la penetrazione vaginale.

tutto quello che non hai mai osato chiedereTUTTO, MA PROPRIO TUTTO
Il libro è nato dalle matite di Zep, noto disegnatore francese famoso per aver creato il personaggio di Titeuf, e da sua moglie Hélène Bruller, ed è stato pubblicato in Italia nel 2006 da Mondadori. Ma se è salito alla ribalta solo nel 2016, il merito è del Giornale, che ha ripreso le polemiche di «gruppi Facebook dedicati alla famiglia e vicini al family day». Il libro, leggendo le recensioni in rete, affronta con ironia tutti i temi legati alla sfera della sessualità e dell’affettività, dal bacio all’omosessualità, passando per il concepimento, il sesso, la gravidanza, lo sviluppo puberale e addirittura i diversi nomi con cui appellare gli organi genitali. La disinvoltura con cui Zep tratta certi temi può piacere o meno, certo. Ma da qui a evocare l’ennesimo complotto gender ai danni della fantomatica quanto artificiosa idea di famiglia naturale, ce ne passa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , , , Data: 19-04-2016 05:41 PM


Lascia un Commento

*