Uniti da uno spaghetto

Si è celebrato in Nuova Zelanda il primo matrimonio della chiesa pastafariana. I fedeli di questa religione credono in un Dio che non crede nei dogmi.
Immagine anteprima YouTube

Pasta, rasta e matrimonio. Tre ingredienti ben distinti che se sapientemente amalgamati possono creare il primo sposalizio pastafariano della storia. È successo in Nuova Zelanda dove la chiesa creata nel 2005 in Kansas da Bobby Henderson una chiesa che crede a un Dio fatto di spaghetti e polpette. L’unico suo dogma? Il rifiuto di ogni principio. Ed ecco che dopo quattro anni passati insieme, Toby Ricketts e Marianna Fenn hanno deciso di convolare a giuste (e gustose) nozze. Sposi e invitati indossavano vestiti da pirati con copricapi dai lunghi rasta. Mentre Marianna ha indossato uno scolapasta in testa, il copricapo ufficiale della neo chiesa. La cerimonia è stata comunque abbastanza classica. Quasi sulla falsariga del sacramento cristiano. A cambiare, però, sono state le formule pronunciate dagli sposi e altri piccoli dettagli. Ad esempio l’anello, rigorosamente di pasta, che i due si sono scambiati, o le promesse tra cui l’obbligo di aggiungere sempre il sale durante la cottura degli spaghetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , , , Data: 18-04-2016 03:39 PM


Lascia un Commento

*