Il porno è (anche) veg

«Una pornostar in stand-by», si definisce Silvia Bianco. Che ha momentaneamente abbandonato i set hard per dedicarsi a un'altra sua grande passione: la cucina vegana. L'intervista su Sextelling.

«Una pornostar in stand-by». Così si definisce la bergamasca Silvia Bianco: cinque anni fa, per soddisfare una sua fantasia, ha contattato una casa di produzione hard chiedendo di fare un provino, andato poi benissimo. Una faccia da ragazza della porta accanto, per un po’ Silvia ha girato film insieme ai grandi nomi del settore, prima di prendersi una pausa per dedicarsi all’altra grande passione della sua vita, il veganismo: «Insegno come cucinare vegan, spesso sono invitata come ospite in fiere della ristorazione come il Sigep di Rimini e il Lohas Expo di Hong Kong per fare dei cooking show, inoltre collaboro con la rivista La cadia Travelfood, dove curo una rubrica di cucina vegana». Buone notizie, però, per chi ha avuto il piacere di ammirarla in azione: «Non ho ancora appeso le mutandine al chiodo». L’intervista su Sextelling.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , Data: 15-04-2016 08:00 AM


Lascia un Commento

*