Poche donne in Croisette

Il Festival di Cannes 2016 conferma la mancanza di spazio per le registe del gentil sesso. Ecco chi sono quelle in concorso, fuori concorso e incluse nella sezione Un Certain Regard.

FRANCE-ENTERTAINMENT-CANNES-FILM-FESTIVALUn po’ meglio rispetto all’anno scorso, ma non poi così bene in generale. Quest’anno sono tre le registe in concorso al Festival di Cannes 2016, su un totale di 20 autori che concorrono per la Palma d’Oro. Nel 2015 erano appena due. Tutto nella norma, da un certo punto di vista. Nell’ultimo decennio, mai si è andati oltre quattro registe donne in concorso, e per ben un paio d’anni il tabellino ha segnato un tondissimo zero. La percentuale oscilla intorno al 9%, come spiega una infografica di Indiewire, che rivela anche come le cose vadano un po’ meglio nella sezione Un certain regard, dove la percentuale sale al 17%. A conti fatti, tra film in e fuori concorso e la sezione Un Certain Regard, sono 8 le donne che vedranno i propri film sulla Croisette. Scopriamole.

67th Annual Directors Guild Of America Awards - ShowLA SUPERSTAR
Jodie Foster
è sicuramente il nome di maggior rilievo, al suo quarto lungometraggio da regista con Money Monster, interpretato da due star come George Clooney e Julia Roberts la cui presenza sul red carpet è data per scontata. Il film, fuori concorso, racconta la storia di un esperto di finanza protagonista di un programma tv che viene preso in ostaggio da un uomo finito sul lastrico dopo aver seguito un suo consiglio. Una storia perfetta per questi tempi di crisi e crescente sospetto e insofferenza nei confronti delle banche e del mondo dell’alta finanza.

59th Berlin Film Festival: Award Winners - Press ConferenceDOPO L’ORSO, LA PALMA?
Dopo sette anni è tornata a dirigere anche la regista tedesca Maren Ade, che nel 2009 con il suo Alle Anderen si era aggiudicata l’Orso d’argento al Festival di Berlino. A Cannes si presenta con Toni Erdmann, storia di una donna all’estero che riceve una visita a sorpresa del padre, convinto che lei abbia perso il suo senso dell’humor e deciso a farle ritrovare il sorriso con una serie di giochi.

Winners Press Conference - 65th  Annual Cannes Film FestivalANDREA ON THE ROAD
Già regista dell’ultimo adattamento cinematografico di Cime Tempestose, la britannica Andrea Arnold porta a Cannes American Honey. Il film racconta le vicende di una teenager che decide di unirsi a un gruppo di giovani venditori di riviste porta a porta, attraversando gli stati del Midwest americano. Un viaggio ai limiti della legalità, fatto di party sfrenati e giovani amori. Nel cast anche Shia LaBeouf.

Opening Ceremony And Tribute To  Faye Dunaway - Lumiere 2014, Grand Lyon Film FestivalSGUARDO D’ATTRICE
La francese Nicole Garcia porta in concorso a Cannes Mal de pierres, il suo ottavo film da regista tratto dal romanzo dell’italianissima Milena Agus, Mal di pietre, storia di una nonna che si ritrova a vivere tutta una serie di esperienze in netto ritardo. Come, ad esempio, il matrimonio. Nicole Garcia è arrivata alla regia dopo una lunga carriera da attrice, durante la quale è stata diretta anche da registi del calibro di Claude Lelouche e Gillo Pontecorvo.

French directors Delphine (R) et MurielIN FAMIGLIA
Sono passati cinque anni da 17 ragazze, il film con cui le sorelle Coulin, Muriel e Delphine, sono arrivate nelle sale cinematografiche. Il loro Voir du pays rompe dunque un pausa di 5 anni e sarà presentato nella sezione Un certain regard. Mentre Delphine ha alle spalle una carriera da sceneggiatrice, Muriel ha potuto lavorare in passato come assistente operatore di importanti registi come Krzysztof Kieslowski, Louis Malle e Aki Kaurismäki.

LE ESORDIENTI
Sono alla loro opera prima invece la francese Stéphanie Di Giusto e l’argentina Andrea Testa. Entrambe si presentano nella sezione Un certain regard. Il film di Di Giusto è La Danseuse, mentre Testa porta con sé La larga noche de Francisco Sanctis, codiretto con Francisco Marquez.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*