Si vendicò sulla pelle di un bambino malato

Mentre Donald Trump va in tivù sfoggiando moglie e figli, dal suo passato emerge una cupa storia di intrighi famigliari e testamenti contestati. Dove rimase coinvolto anche un pronipote affetto da paralisi cerebrale.

Donald Trump Holds Campaign Rally In Albany, NYDopo mesi di campagna elettorale, la corsa di Donald Trump alla Casa Bianca comincia a dare i primi segni di rallentamento. Sarà per questo che il magnate dell’edilizia ha deciso di giocarsi la carta della famiglia, andando in onda sulla Cnn insieme alla moglie Melania e ai quattro figli Ivanka, Eric, Donald Jr. e Tiffany. L’obiettivo, ovviamente, era suggerire all’elettorato l’immagine di una famigliola unita, felice e genuinamente interessata al futuro degli Stati Uniti. Nel mentre, però, qualcuno ha preferito guardare al passato di Trump e ad altre storie di famiglia: come quella vede il candidato repubblicano tagliare le cure mediche al figlio di suo nipote a causa di una disputa ereditaria.

LUTTI E TESTAMENTI
Per capire questa storia, prima è necessario fare un po’ d’ordine nell’albero genealogico dei protagonisti. Abbiamo il capofamiglia Fred Trump, padre di Freddy e Donald. Quindi c’è Fred III, il figlio di Freddy. Freddy morì nel 1981, appena 43enne, minato da anni di alcolismo. Nel 1999, invece, morì Fred Trump. La notte successiva al funerale, la moglie di Fred III partorì un bambino affetto da paralisi cerebrale, e la famiglia Trump si fece carico delle spese sanitarie necessarie per la terapia. I problemi, come prevedibile, vennero fuori al momento dell’apertura del testamento. Fred aveva lasciato quasi tutta l’eredità ai propri figli, tagliando fuori Fred III. Il quale, convinto che Donald avesse manipolato il padre nella stesura del testamento, intentò una causa legale rivendicando i propri diritti.

LA VENDETTA DI DONALD
Secondo Fred III, suo nonno negli ultimi anni di vita soffriva di demenza senile. La prima versione del testamento, inoltre, a suo dire assicurava ai figli di Freddy circa 20 milioni di dollari. In tutta risposta, Donald decise appunto di non pagare più le cure mediche del figlio di Fred III. È stato lo stesso Donald ad ammettere tutto questo in un’intervista al New York Times datata gennaio 2016. «Ero arrabbiato perché mi avevano fatto causa», ha provato a giustificarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , Data: 13-04-2016 06:30 PM


Lascia un Commento

*