A volte ritornano

di Lucrezia Holly Paci
Dopo la rottura ricominciare senza di lui non è stato facile. E ora che sei quasi riuscita a dimenticarlo, riappare nella tua vita? I consigli di LetteraDonna per gestire al meglio il ritorno di un ex.

exVi siete lasciati da un po’ e rimetterti in sesto non è stato facile. Hai passato giorni in lacrime, con l’umore sotto ai piedi a domandarti come mai la vostra storia fosse (ingiustamente) finita. Hai desistito dal chiamarlo, hai tormentato le tue amiche. E ora, che finalmente stai per dimenticarlo, lui ti si ripresenta davanti. Ecco come gestire il ritorno dell’ex in sei mosse.

NON SOPRAVVALUTARTI
Spesso il problema sta nel fatto che sopravvalutiamo noi stesse, non l’altro. Quando una storia finisce a volte si corre il rischio di convincersi di averla superata al 100% e che nulla faccia più effetto. Ex incluso. Evita di ritenerti «sentimentalmente immune»: meglio essere scrupolosa e prevenire piuttosto che sicura di te e ricaderci di nuovo.

NIENTE AMICIZIA (TANTO MENO SU FACEBOOK)
Occhio alle richieste. Soprattutto a quelle social, che in apparenza sembrano innocue e poi finiscono con il rompere il tuo pseudo-equilibrio raggiunto. Come testimonia uno studio della Brunel University, la presenza digitale dell’ex nella tua vita è rischiosa. Non accettare la sua richiesta di amicizia su Facebook: ricorda quanto ti sia costato rimuoverlo, quando la vostra storia è finita, e gli sforzi che hai fatto per non ricercalo.

LONTANO DAI RICORDI
Che si tratti del primo regalo che ti aveva fatto. Del ristorante dove siete stati a cena fuori la prima volta. Della vostra canzone o della sua brioche preferita. Vietato ripensarci o metterti nelle condizioni di farlo. Il consiglio arriva dalla Northwestern University: quando un ex ritorna, meglio tenerti alla larga da tutto ciò che può ricordartelo e (involontariamente) ri-coinvolgerti. Ti aiuterà a gestire meglio il confronto.

NON AVERE FALSE SPERANZE
Quando un ex si ripresenta, non è detto che sia cambiato né che lo faccia per un motivo preciso. Spesso ritornano per complicarci la vita, in un momento in cui con la propria non vogliono avere a che fare. Evita di pensare che sia tornato perché ha compreso i suoi errori: può darsi che cerchi semplicemente un appoggio per riprendersi emotivamente. Il consiglio arriva dalla Binghamton University.

QUESTIONE DI STRATEGIE
Ci sono situazioni in cui si può improvvisare e altre che non lo consentono. Il ritorno dell’ex fa parte della seconda categoria. Preparati, datti tempo e gestisci con lucidità le emozioni. Ti invitano a farlo gli psicologi della University of Kansas che hanno stilato una lista dei comportamenti più efficaci da adottare per superare il dramma dell’attaccamento. Soprattutto se sei (già di tuo) insicura. Tra le migliori strategie indicate ci sono: l’astensione o evitamento, il confronto distante e diretto, il tono positivo nel parlare e, infine, la distensione. Ricorda che più sarai tranquilla dentro di te, più sarai efficace.

VIA L’EX, VIA IL VIZIO
Uno dei motivi per cui ci risulta complicato fronteggiare il ritorno dell’ex, è che dobbiamo scontrarci di nuovo con l’idea di amore romantico. Per la bio-antropologa Helen E. Fisher meglio abbatterlo del tutto: «L’amore romantico è un vizio meraviglioso quando le cose vanno bene ma orribile quando sono andate male». L’invito è quindi scontato: per superare un ex occorre liberarti prima del vizio che ti lega ancora a lui. In altre parole: smetti di pensare che sia l’uomo della tua vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 11-04-2016 04:35 PM


Lascia un Commento

*