Arabia Saudita, divorziati contro la loro volontà

Maha al-Tamimi è incita di otto mesi, questo non ha impedito ai giudici di separarla dal marito a causa di una denuncia degli zii. «Sostengono che abbiamo origini non compatibili».

saudi-arabia-weddingMaha al-Tamimi era felicemente sposata con un uomo che amava. Con lui aveva sognato di creare una famiglia, avere una casa, dei bambini. Come quello che questa ragazza saudita porta in grembo ormai da otto mesi. Peccato che quella che doveva essere una favola per Maha e il suo compagno si è ben presto trasformata in un incubo. Almeno quando un giudice ha decido di concedere il divorzio ai due innamorati per volere degli zii di lei.

IL DIVORZIO
«I miei zii hanno sostenuto in tribunale che mi sono sposata contro il desiderio di mio padre. Loro inoltre ritengono che io e mio marito non abbiamo origini familiari compatibili e per questo non possiamo stare insieme». Da qui il divorzio stabilito dal giudice. Ma la ragazza non è restata con le mani in mano e, in un video pubblicato sui social, ha chiesto al re Salman bin Abdul Aziz che intervenga in suo aiuto. Anche perché quanto sostenuto dai parenti della ragazza non corrisponde al vero. Dopo che il padre di Maha si è trasferito a vivere con la sua seconda moglie, ci aveva pensato il fratello maggiore della ragazza a concedere la benedizione ai due sposi. Il giudice non ha tenuto conto di questo e ha sciolto ugualmente il vincolo coniugale. Dopo la sentenza Maha al-Tamimi ha confessato di non tornare dalla sua famiglia, anche se è stata costretta a lasciare la casa del marito. Nel 2015 i tribunali sauditi hanno emesso ben 17 ordini di divorzio simili a quelli che hanno rovinato la vita di Maha.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: Data: 08-04-2016 06:12 PM


Lascia un Commento

*