«Festival del Giornalismo o Festivalbar?»

Filippo Facci attacca Fedez invitato a Perugia per presenziare all'evento dedicato ai membri dell'Ordine. «Ingiustificabile la presenza di questo ragazzetto».

Filippo-Facci«Siamo al Festival del Giornalismo o al Festivalbar?». È la domanda che Filippo Facci si è posto quando ha scoperto che all’evento dedicato ai giornalisti, al via mercoledì 6 aprile 2016 a Perugia, era stato invitato anche Fedez. Una situazione impensabile secondo Facci che su Libero ha voluto esprimere tutta la sua indignazione. Ma non chiamatela ripicca. Nonostante per questa edizione nessun giornalista del quotidiano diretto da Maurizio Belpietro sia stato invitato, Facci ribadisce che lo sdegno è dovuto solo alla presenza di «un rapper per bambine». Un personaggio che «per un pugno finisce all’ ospedale in carrozzella», lo stesso che ha «la spiacevole abitudine di querelare proprio i giornalisti e chieder loro spaventosi risarcimenti danni».

DECALOGO ANTI FEDEZ
Ma Facci non si ferma qui. Il giornalista ha infatti riportato tutti i contro di una scelta parsa azzardata e assolutamente, almeno secondo il suo pensiero, sbagliata. Anche perché «la sorte maldestra, oltretutto, vuole che nessuno dei giornalisti querelati da Fedez sia stato invitato al Festival (del giornalismo, ripetiamo) e a noi, insomma, non pare bello». Per Facci, la colpa sarebbe tutta degli organizzatori che «si sono sforzati di giustificare la presenza del ragazzetto inventandosi un’improbabile chiave giornalistica: il titolo del dibattito con Fedez è Tra musica, parole, social e attivismo (traduzione: nulla) e non è neanche un dibattito perché a intervistarlo c’è una persona sola, peraltro sprovvista della qualifica di maestra d’asilo come la platea renderebbe necessario», ha scritto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , Data: 06-04-2016 04:02 PM


Lascia un Commento

*