A distanza è bello

di Anna Castoldi
Possono sembrare relazioni impossibili, destinate a finire in fretta. Offrono invece la possibilità di un'esperienza unica: cinque piaceri che solo chi ha un fidanzato lontano può apprezzare.

distanzaErasmus, volontariato europeo, Leonardo, Work&Travel: le possibilità non mancano. Negli anni Duemila i progetti di scambio, studio o lavoro all’estero prosperano. Opportunità stupende che permettono di sconfiggere i propri pregiudizi, rendono più consapevoli e sicuri di sé, regalano incontri e amicizie. A volte, più di amicizie: tornare da un soggiorno Erasmus lasciandoci il cuore non è così insolito. Molte ragazze si legano a qualcuno che vive in un altro Paese, trovandosi a fronteggiare la dura realtà della relazione a distanza. Io stessa sono stata coinvolta in una relazione di questo tipo e so quanto sia difficile: si vive di un desiderio insoddisfatto. Non parlo tanto del sesso, quanto della mera presenza fisica, il calore e l’odore dell’altro quando ci si sveglia. Le parole, i messaggi o Skype non possono fare granché per colmare questo vuoto, anzi, rischiano di diventare una droga frustrante. Indulgere troppo nella vicinanza tecnologica finisce con l’estraniarci dalla realtà e rende ogni volta più doloroso il momento in cui si chiude la conversazione.
Prima di tornare a casa con il cuore carico di promesse, è bene che consideriate quanto siete disposte a soffrire: se già in partenza avete dei dubbi, se una voce interiore vi frena, pensateci bene. Lasciate da parte le emozioni e riflettete con lucidità.
Se siete sincere con voi stesse e con il vostro partner, avete la possibilità di vivere un’esperienza unica: ecco cinque piaceri che solo chi ha una relazione a distanza può apprezzare.

DA UN’ALTRA CULTURA C’È MOLTO DA IMPARARE
Nel film Indovina chi viene a cena i genitori della protagonista, bianca, sono scioccati dalla notizia del suo nuovo fidanzato, nero. Oggi lo sconcerto sarebbe sicuramente molto minore: le relazioni inter-etniche non sono più casi eclatanti. Al contrario, gli scambi culturali fanno apprezzare proprio la diversità, e la generazione Erasmus conosce bene il fascino di chi non viene dal proprio Paese. Anche la persona più noiosa guadagna qualche punto se è straniero, ma non si tratta di semplice passione per l’esotico: avere un ragazzo americano, tedesco o pachistano è un’esperienza di continuo arricchimento. Ci si confronta sui temi più essenziali, dall’importanza della famiglia al valore dell’affettività, in un percorso di crescita in cui si accetta che le proprie convinzioni e idee non sono valide in assoluto e il proprio stile di vita è solo uno tra i tanti possibili. E poi parlare un’altra lingua aumenta le connessioni cerebrali.

RIVEDERSI È BELLISSIMO
Sembra una frase di Pollyanna, la sfortunata protagonista dell’omonimo film in cui le accadono innumerevoli disgrazie, sempre liquidate con inguaribile ottimismo. Eppure è proprio così: una relazione a distanza ha il difficile pregio di non inciampare mai nella routine. D’altronde non ci si può abituare al proprio partner, se non si è abituate a stare con lui: per questo rivedersi è una grande festa. In sua assenza, riempite il vostro tempo con attività costruttive e stimolanti, in modo da avere qualcosa in più da condividere la volta successiva. Se vi vedete una o due volte al mese per pochi giorni, questi meritano di essere molto speciali: fate le cose in grande, accoglietelo con piccoli regali e organizzate folli sorprese. Pregustate la gioia del vostro incontro, ricordando le parole di Arturo Graf nel suo poemetto dedicato a Ulisse: «Se amaro / spunta nel ciel della partita il giorno / dolce più spunterà quel del ritorno».

OGNI INCONTRO, UN VIAGGIO
Per fortuna esistono Ryanair e compagnie low cost affini, grazie alle quali un biglietto andata e ritorno per qualsiasi destinazione europea si può trovare a 20 euro, purché si giochi d’anticipo e si tenga d’occhio il sito. Se il vostro ragazzo vi è venuto a trovare e avete ricambiato la visita, potreste lanciarvi verso nuove mete: esaurite le attrazioni delle rispettive zone, approfittatene per vedere città che non conoscevate. Ogni incontro può essere l’occasione di una vacanza e lo stimolo a esplorare un posto nuovo: e poi in territorio neutro ci si apprezza ancora di più, senza sentirsi ospiti con tutti i fastidi connessi (primo tra tutti, parenti e coinquilini). Inoltre, renderete l’attesa più dolce parlando delle località che vorreste visitare e organizzando il prossimo viaggio. E se il vostro ragazzo vive in un altro continente, potete risparmiare incontrandovi a metà strada.

CAPIAMO L’IMPORTANZA DI QUALCUNO QUANDO MANCA
È triste ammetterlo, ma in un rapporto di coppia si tende troppo spesso a dare le cose per scontate. Il nostro partner è vicino, a nostra disposizione, una certezza, un’abitudine. La lontananza dà tempo e modo di riflettere su quanto l’altra persona non sia affatto scontata, ma attenzione: un legame di questo tipo va coltivato con cura perché non appassisca. Non venendo ravvivato dall’euforia dei sensi, deve vivere di sentimenti più profondi. Questo rende le relazioni a distanza molto sincere, perché l’assenza ci spinge a chiederci se e quanto l’altra persona è importante per noi. E se lo è, il nostro legame diventa più forte ogni momento in cui maturiamo dentro di noi questa consapevolezza. Se non lo è, passare al prossimo punto.

ROMPERE SARÀ PIÙ FACILE
Un altro punto a favore? Lasciarsi sarà più semplice. Discorso cinico? Eppure è proprio così: se non vedete il partner che si è rivelato un vero imbecille (d’accordo, magari era una persona meravigliosa ma non funzionava) in occasioni lavorative o sociali, se non è il vostro vicino di casa e non fa la spesa nel vostro supermercato di fiducia, non vi sentirete spinte ad appendere una sua foto al bersaglio delle freccette. Al contrario, avrete tutto il tempo necessario per pensare, capire e accettare; quella piccola ferita, non venendo forzata a riaprirsi di continuo, si rimarginerà più in fretta. La distanza sarà vostra alleata nel farvi elaborare il lutto e vi farà guardare avanti… fino alla prossima partenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 04-04-2016 06:27 PM


Lascia un Commento

*