Troppo trasgressiva per il Giubileo

Alessia Marcuzzi, che avrebbe dovuto condurre il concerto del 23 aprile allo Stadio Olimpico, è stata bocciata dal Vaticano: «I suoi programmi sono trasgressivi e futili. Un messaggio negativo per i giovani».

marcuzzi

Oltre 70 mila ragazzi provenienti da tutto il mondo sono attesi a Roma dal 23 al 25 aprile per il Giubileo dei Ragazzi. A condurre il concerto previsto per il 23 aprile allo Stadio Olimpico (in cui si esibiranno gli artisti più famosi del momento – da Francesca Michielin a Rocco Hunt) doveva esserci lei, Alessia Marcuzzi, che a qualche settimana dal grande evento, come riporta Repubblica, è invece stata ‘bocciata’ dal Vaticano, quindi esclusa dalla conduzione del grande evento musicale atteso dai più giovani.

CRITICHE ALL’ISOLA DEI FAMOSI
La signora Marcuzzi, al timone dell’Isola dei Famosi, sarebbe infatti troppo ‘trasgressiva‘ e dunque non adatta a presentare la festa dei ragazzi del Giubileo. A metterla fuori gioco sarebbe stato il giudizio negativo che in Vaticano, a cominciare da alcuni collaboratori di papa Francesco, è stato dato proprio sul programma di Canale 5, giudicato «per contenuti, immagini e atteggiamenti provocatori dei protagonisti» non adatto quindi ai 70 mila giovani che parteciperanno alla manifestazione cattolica.

«MESSAGGIO NEGATIVO E CONFUSO PER I GIOVANI»
«Giusto metterla fuori perché conduce programmi, come l’Isola dei famosi, trasgressivi e futili, una artista non opportuna per una festa giubliare», ha specificato l’arcivescovo Gianfranco Girotti, Reggente emerito della Penitenziaria Apostolica,come riporta ancora La Repubblica.
«Con tutto il rispetto per la signora Marcuzzi, con lei all’Olimpico sarebbe arrivato un messaggio negativo e confuso ai giovani», ha aggiunto l’arcivescovo senza troppi giri di parole, criticando anche «il modo con cui si presenta in tv, scollacciato e trasgressivo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , Data: 04-04-2016 02:15 PM


Lascia un Commento

*