«L'Occidente si fa odiare»

Fiorella Mannoia dice la sua sugli attentati di Bruxelles, con parole che fanno discutere. Secondo la cantante, i cittadini comuni pagano il prezzo della politica estera che interferisce con i governi degli altri Paesi.

Pope Francis Attends a Meeting With Catholic SchoolsDopo gli attentati di Parigi aveva detto che era «tutta colpa dell’Occidente». A poche ore di distanza dagli attentati che hanno colpito il Belgio, Fiorella Mannoia ribadisce il suo pensiero in un’intervista radiofonica rilasciata a Rai Radio2 nel corso della trasmissione Un giorno da pecora: secondo la cantante, l’attacco a Bruxelles è «il risultato dell’andare in giro per il mondo a destituire presidenti, a metterci nelle condizioni di farci odiare».

«PAGANO I CITTADINI COMUNI»
Nessuna giustificazione per i terroristi, sia chiaro. Ma la sensazione di essere rimasti invischiati in «una nuova guerra. Noi li ammazziamo in modi diversi e loro hanno il loro modo di ucciderci. I nostri morti per i loro». Insomma, nessuno è innocente, o almeno: le vittime civili non hanno nessuna colpa. Ma lo stesso, secondo Fiorella, non si può dire di chi ha «destituito Gheddafi, lasciando la Libia nel caos più totale. Ora ne stiamo pagando le conseguenze. Chi le paga sono i cittadini comuni». Un discorso ampio, insomma, quello della cantante, che cerca di adottare uno sguardo ampio e meno eurocentrico, soprattutto quando parla della Siria e accusa gli occidentali di non considerare allo stesso modo i propri morti e quelli del Medio Oriente. D’altro canto, proprio in un’intervista a LetteraDonna Fiorella aveva puntato il dito contro alcuni dei suoi connazionali: «A molti italiani manca la pietà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , Data: 24-03-2016 05:36 PM


Lascia un Commento

*