«Quando ballo non sono cattivo»

di Paola Medori
Ama l'Italia e le italiane, il cinema d'autore e i giudizi di Carolyn Smith. A tu per tu con Iago García, l'attore spagnolo de Il Segreto che vediamo volteggiare sulla pista di Ballando con le Stelle.

iago-garcia-ballando-con-le-stelle-2016Sorridente, sempre con la battuta pronta e due occhi calienti come la terra da cui proviene: la Spagna. Iago García Pérez è l’affascinante attore spagnolo che ha raggiunto la popolarità grazie al ruolo fi Don Olmo Mesía nella soap Il segreto. In Italia, grazie a Milly Carlucci, il divo galiziano, 36 anni, si è trasformato da cattivissimo a spiritoso ballerino in Ballando con le stelle. Lo vediamo volteggiare, schivare le critiche della giuria, sotto la guida dalla sua insegnante Samanta Togni, e sembra molto a suo agio. Tra un paso doble o una sensuale Rumba, Iago sta conquistando, dopo i cuori delle italiane, anche la pista da ballo. Quando ha accettato temeva che non avrebbe fatto altro che il palo, mentre le cose stanno andando diversamente. «Mi alleno tantissimo e sempre con il buonumore», spiega lui a LetteraDonna.

DOMANDA: Quale giudice e critica teme di più?
RISPOSTA: Nessuno. Mi fido molto del giudizio tecnico di Carolyn Smith. L’ascolto con attenzione perché mi dà ottimi consigli per migliorare le mie performance, puntata dopo puntata. Gli altri giudici esprimono giudizi negativi, a volte un po’ troppo gratuiti, altre volte invece sono più precisi e obiettivi.
D: L’amore per la recitazione è scattato quando si è trasferito a Londra a soli 18 anni. 
R: Sì, in Spagna avevo iniziato a studiare per diventare chef, ma non era la mia vera passione. Allora sono partito. Mentre lavoravo come cameriere e studiavo inglese ho capito che volevo fare l’attore.
D: Poi cosa è successo?
R: Sono tornato a casa, ho terminato il liceo e mi sono iscritto alla Real Escuela de Arte Dramático di Madrid. Dopo la laurea ho iniziato a lavorare con piccole parti nel teatro alternativo e di strada. Ho persino interpretato Batman in un parco tematico. Poi è arrivata la tivù e finalmente un ruolo importante nella mia prima fiction.
D: C’è stato mai un momento in cui ha pensato di mollare tutto?
R: Non sono mai arrivato a quel punto, perché ho sempre pensato che si impara più dalle sconfitte che dai successi. Nella vita, come per il mestiere dell’attore, le cose più difficili da raggiungere sono quelle che ti danno maggiori soddisfazioni. In un certo senso è necessario iniziare con più fatica, così si impara di più.
D: Ne Il Segreto è stato il perfido Olmo Mesia, poi, in Una Vita interpreta Justo Nunez, un altro cattivo. Sogna un ruolo da eroe romantico?
R: Sono due personaggi cattivi, ma totalmente diversi. Olmo è riuscito a cambiare, al punto di arrivare a togliersi la vita per amore. Quindi alla fine diventa un eroe romantico. Justo, invece, è più crudele e non conosce la parola «amore» perché dentro non sente nulla e sa solo fingere.
D: Con quale regista italiano le piacerebbe lavorare?
R: Sono cinefilo e guardo tantissimi film. Amo il cinema neorealista da Rossellini, De Sica a Fellini e tutti i grandi maestri di quel periodo e seguo anche le nuove generazioni come Sorrentino e Garrone. Ora vivo il momento, come dicevano i romani carpe diem, godendomi Ballando con le stelle, poi per il futuro, anche sul grande schermo, vedremo cosa succederà.
D: Qual è la cosa che più ama e quella che detesta dell’Italia?
R: Amo la cucina, le persone, la lingua e il vostro modo di intendere la vita. E la vostra cultura, che è molto simile a quella spagnola. Quello che invece non mi piace sono le compagnie telefoniche troppo care e il wifi che è un vero disastro, mi ricorda un po’ la Spagna di alcuni anni fa.
D: Pensa di trasferirsi in Italia definitivamente?
R: Vivo giorno per giorno, ora sto in Italia ma domani non lo so. Di sicuro quello che non cambierà mai è il mio intenso rapporto con questo Paese.
D: In un’intervista ha dichiarato che «le donne italiane sono le migliori».
R: Sono speciali e molto passionali. Riescono a essere tradizionali e contemporaneamente moderne. In amore hanno bisogno di vivere una lunga relazione e nello stesso tempo hanno uno sguardo indipendente. Due aspetti che insieme le rendono uniche.
D: È felicemente fidanzato con Eleonora Puglia, ballerina e Miss Teenager 2015 di 19 anni. È vero che diventerà presto papà?
R: Per adesso, ancora no!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , Data: 18-03-2016 08:32 PM


Lascia un Commento

*