Le monache che vogliono la parità di genere

La gerarchia ecclesiastica tibetana liquida la questione come «un concetto occidentale». Ma 100 religiose di un istituto in Tibet combattono per ottenere gli stessi diritti dei loro colleghi uomini.

monacheLa parità di genere sta a cuore anche alle monache. Un tema che oltre 100 buddiste tibetane vogliono portare all’interno della loro gerarchia ecclesiastica che la mette all’angolo considerandola «un concetto occidentale», come riporta La Stampa. Le monache vogliono avere gli stessi diritti degli uomini nello studio, diritti che permetterebbero loro di ricoprire uguali cariche e combattere la stretta divisione tra i generi esistente nei monasteri.
Stiamo parlando dell’istituto buddhista Larung Gar, una struttura che ospita 10 mila studenti sull’altopiano tibetano della regione sudoccidentale Sichuan. Nonostante sia stato il primo a permettere alle donne di prendere il khenmo, una sorta di dottorato in teologia, non permette ancora loro di accedere al monastero, nè di raggiungere il bhikkhuni, lo status più alto della gerarchia ecclesiastica a cui invece sono ammessi decine di migliaia di colleghi uomini.

FEMMINISMO STRANIERO
Le monache hanno studiato il femminismo e hanno pubblicato libri sulle figure femminili di spicco del buddhismo e fondato una rivista annuale. Se si considera la legge buddhista i due generi dovrebbero essere uguali, spiega l’Afp. «Ma molti non conoscono il dharma (letteralmente, la legge) e altri scelgono deliberatamente di ignorarlo». Secondo l’agenzia France Press, addirittura, un incontro annuale delle femministe si è dovuto tenere in segreto non avendo ricevuto l’approvazione ufficiale del governo cinese. Il Dalai Lama ha più volte cercato di riconsiderare la questione della parità di genere arrivando a considerarsi un femminista perché «così si chiama qualcuno che lotta per i diritti delle donne». Ma secondo il clero tibetano la parità di genere è un «un concetto occidentale», e il concetto di femminismo completamente «straniero».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , Data: 16-03-2016 07:20 PM


Lascia un Commento

*