Game of Thrones sta con i rifugiati

di Giulia Mengolini
Il video-appello del cast della serie per raccogliere un milione di euro di aiuti umanitari.

gamethrones
«Milioni di rifugiati scappano dalla guerra. Sono costretti ad abbandonare il proprio Paese e ad affrontare il viaggio più rischioso della loro vita», dice  Lena Headey. «Questo non è un romanzo, non è fantasia», prosegue DeObia Opare. È l’appello di alcuni protagonisti del cast di Game of Thrones, a cui fanno eco altri attori della saga per sottolineare che nel mondo esistono ben 60 milioni di sfollati bisognosi di aiuto.

LA RACCOLTA FONDI
Un messaggio umanitario che l’International Rescue Committee – organizzazione no profit fondata da Albert Einstein nel 1933 – ha affidato ad alcuni volti di Game of Thrones, tra cui Cersei e Jamie Lannister (Lena Headey e Nikolaj Coster-Waldau) Arya e Sansa Stark (Maisie Williams e Sophie Turner) per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’immigrazione. L’obiettivo della campagna #RealmToTheRescue è raccogliere un milione di dollari  (circa 899mila euro) da devolvere in aiuti umanitari: per i fan della saga che decideranno di donare ci sarà la possibilità di assistere assiame al cast alla prima della sesta serie, che debutterà il 24 aprile 2016. «Questa è la storia che conta», dice la didascalia che segue le immagini. « In tutto il mondo milioni di persone sono costrette ad abbandonare le proprie case a causa di conflitti violenti. Queste famiglie di rifugiati, donne, uomini e bambini, stanno lottando per sopravvivere e per riprendersi. Ma non dovrebbero lottare da sole. Ora più che mai è fondamentale unire le forze per aiutarli. Unitevi al cast di Game of Thrones e ad International Rescue Committee per fare la differenza».

Immagine anteprima YouTube
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti, video Argomenti: , , , Data: 15-03-2016 12:06 PM


Lascia un Commento

*