Sale operatorie occupate: muore una 42enne

Una donna colpita da miocardite è morta nella notte tra l'otto e il nove marzo a Napoli. Inutili le lunghe ore di attesa: le 9 cardiochirurgie campane erano tutte impegnate in altre operazioni. I parenti hanno sporto denuncia.

Altro assurdo caso di malasanità nel Sud Italia. Francesca Napolitano, 42enne di Bagnoli, in provincia di Napoli, è morta nella notte tra l’8 e il 9 marzo 2016 dopo essere stata ricoverata in condizioni molto gravi all’ospedale San Paolo di Napoli per una miocardite con versamento pericardico, grave malattia infiammatoria del cuore. Francesca è rimasta al San Paolo tutta la notte aspettando un ricovero urgente presso una struttura vicina. Ma tutte le nove sale operatorie della Campania, sia pubbliche che private, avevano negato questa possibilità per una mancanza di sale operatorie libere. Tra queste anche quella del Monaldi, ex sanatorio campano con due sale chirurgiche, ma che in quella notte erano entrambe occupate da due delicatissimi interventi. Nonostante l’impossibilità dell’ospedale, il San Paolo ha disposto, alle tre del mattino di mercoledì 9, il trasferimento della paziente presso il Monaldi. I medici hanno poi operato la Napolitano in una sala rianimazione, ma alle 8 del mattino hanno dovuto dichiararne il decesso a causa di un arresto cardiocircolatorio. Dopo la notizia, la rabbia dei parenti li ha portati a sporgere immediatamente denuncia, seguita dal sequestro della cartella clinica della donna da parte dei carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , , Data: 11-03-2016 05:54 PM


Lascia un Commento

*