Migranti, l'8 marzo delle donne rifugiate

Nel 2016 sono sbarcate sulle coste Ue 27 mila profughe. Scappano dalla guerra. Ma trovano morte e abusi. Anche negli hotspot. Ecco la Festa della Donna vista con gli occhi dei migranti.

donnaDuemila euro per scappare dalla Siria e arrivare davanti a un muro: «Prendete mia figlia, prendete lei e portatela in Germania, non chiedo altro, chiedo solo che possa andare a scuola, è un semplice diritto, giusto?».
Rasha è una giovane mamma siriana ed è lei la donna simbolo dell’8 marzo 2016. Continua a leggere l’articolo su Lettera43.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , Data: 08-03-2016 08:00 AM


Lascia un Commento

*