A ciascuna il suo

Quali sono le tipologie di maschio più desiderate per l'8 marzo da Nord a Sud? Chi lo vuole elegante, chi barbuto, chi tatuato. Una cosa è certa: ora sono le donne a scegliere il proprio uomo-oggetto.

pl_C6_facebook_homme_caracteristiques_barbu_600x600 - CopiaTradizione vuole che, nel gioco della seduzione, debba essere sempre l’uomo a fare la prima mossa. Perché anche se in tutti gli altri campi del vivere quotidiano la lotta per abbattere barriere e discriminazioni di genere continua, le relazioni sentimentali, che durino una notte o una vita, sembrano ancora rispondere a un libretto di istruzioni scritto qualche secolo fa. Chissà, forse c’è più gusto così. Ma è anche vero che l’avvento di Internet e, soprattutto, delle app, sta aprendo nuovi scenari, dove il rapporto di forze si inverte. O, forse, appare per quel che è sempre stato, dove alla fin fine sono state e sempre saranno le donne a scegliere? Chissà. Basta pensare a siti come Adottaunragazzo.it, che con ironia punta sull’immagine tutta nuova dell’uomo-oggetto, paragonato a un articolo esposto sullo scaffale di un supermercato virtuale. Le categorie sono molteplici e per tutti i gusti. Ma quali sono le tipologie di maschio più desiderate e che finiscono più spesso nel carrello, magari per concedersi un po’ di svago durante la festa della donna?

pl_C7_facebook_homme_couleur_cheveux_bruns_600x600DANDY SOTTO LA MADONNINA
Partiamo con Milano. Nella capitale del nord è appena finita la fashion week e le donne approfittano degli ultimi saldi nel celeberrimo quadrilatero della moda. È il momento in cui, nelle varie shopping bag, tra i foulard di Hermès e gli outfit Versace, le ‘sciure’ della metropoli lombarda potrebbero infilare anche i dandy super-raffinati con qualche nuance radical-chic.

pl_C10_facebook_homme_style3_600X600GRUNGE ALL’OMBRA DELLA MOLE
Spostandoci a ovest, nella aristocratica e sabauda Torino, le ‘madamine’ si trasformano in contemporanee Lady Chatterley. Abbasso quindi bon ton o riverenze e via libera ai belli, dannati e spettinati. Qui le parole d’ordine sono infatti grunge, underground e possibilmente con un bel po’ di metallo sulla pelle in forma di piercing.

BRAVI RAGAZZI IN LAGUNA
Nella romantica e voluttuosa Venezia invece i playboy possono anche rimanere nell’armadio. Perché qui, il best seller è il bravo ragazzo. Sobriamente elegante e con il capello rigorosamente corto.

pl_C6_facebook_homme_caracteristiques_tatoue_600x600SAPORE DI MARE IN RIVIERA
Andando al mare, a Genova per la precisione, la tradizione non si discute. Qui vale il chilometro zero, che sotto forma di uomo significa un bel lupo di mare barbuto, tatuato e che emana salsedine da ogni poro della pelle.

SVAGO DA BORA
Altro mare, altri gusti. Nella mitteleuropea Trieste le cacciatrici puntano agli spericolati skater o ai dionisiaci musicisti. In altre parole ad est l’uomo da intrattenimento sbanca.

COME SOPRA, MA A BOLOGNA
Scendiamo verso il centro. E puntiamo alla capitale del tortellino e del ragù. Anche a Bologna l’articolo più richiesto è l’uomo da intrattenimento. Ma senza tanti effetti speciali. Alle bolognesi basta che sia un festaiolo estroverso che sappia tenere il loro passo.

pl_C6_facebook_homme_caracteristiques_barbu_600x600I GIGLI DELLA TOSCANA
Passando per Firenze, invece, il mercato del maschio cambia volto. Le signore fiorentine scelgono il boho (con l’acca aspirata): quello strano paradosso per cui mettendo nel frullatore un bohémien e un hippy viene fuori un concentrato incredibilmente stiloso.

ER MEJO DER COLOSSEO
Lo stesso accade nella capitale delle grandi bellezze. Anche a Roma l’articolo più ambito all’interno del catalogo della virilità è casual, hippy e pertanto chic.

BELLI GUAGLIONI
Scendiamo ancora e approdiamo a Napoli. Oggi dalle parti dell’accademia della Nunziatella ci deve essere una gran coda di signorine in attesa di mettere nel carrello gli affascinanti ed educati cadetti. Perché qui il maschio “dernier cri” è decisamente “navy”.

pl_C7_facebook_homme_style_hipster_600X600NORD SUD OVEST EST…
… e forse quel che cerchi stavolta c’è. Sotto casa, come a Genova. Sono quattro le altre città dove il chilometro zero tira. Che cosa desiderano le donne di Palermo? Il Gennarino Carunchio di Travolti da un insolito destino…: vero mediterraneo e con la pelle brasata dal sole. E ad Aosta? Un bel boscaiolo con la camicia a quadri e il bicipite possente. Così come a Rimini trionfa il vitellone da spiaggia, d’estate cacciatore di bellezze teutoniche, d’inverno preda delle pragmatiche romagnole. Chiudiamo con Trento. Qui l’uomo deve essere intonato alla tuta da sci della compagna e, soprattutto, sapere scendere la pista di neve più nera come se fosse una passeggiata.

Insomma, la scelta è ampia. E, finalmente, per una donna fare la prima mossa non solo non è più peccato, ma anche il gentil sesso può godersi qualche ora spensierata in compagnia di un uomo-oggetto senza impelagarsi in relazioni indesiderate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , , , Data: 08-03-2016 10:28 AM


Lascia un Commento

*