Allora è un vizio

Fratelli d'Italia ha utilizzato per una campagna contro le adozioni gay una foto coperta da copyright.

fratelli d’italia-alleanza nazionale contro il ddl cirinnà- “svegliati italia…ma contro il pensiero unico dell’ideologia gender!”Una foto bella. Che racconta di una genitorialità ricercata e, dopo tante difficoltà, finalmente trovata. Una foto che è stata rovinata da una frase dal sapore amaro, politico, che nulla c’entra con il messaggio iniziale che voleva trasmettere. Ma forse questo a Fratelli d’Italia poco interessava quando ha deciso di utilizzare quell’immagine che ritrae due neogenitori omosessuali per lanciare una campagna contro le adozioni gay.

LA PROTESTA
Sulla foto realizzata nel 2014 da Lindsay Foster campeggia così una frase inequivocabile: «Lui non potrà mai dire mamma. I diritti da proteggere sono quelli del bambino». Non è la prima volta che il partito di Giorgia Meloni utilizza una foto senza permesso. Già in passato aveva utilizzato uno scatto realizzato da Oliviero Toscani per supportare una campagna molto simile a quella presentata nel 2016. Ma la cosa non è sfuggita a uno dei due papà. BJ Barone su Twitter ha denunciato l’accaduto, chiedendo ai giornali italiani di sostenerlo nella sua battaglia contro Fratelli d’Italia.

LA SOLIDARIETÀ
Barone e il suo compagno, Frankie Nelson, hanno ricevuto diversi messaggi di solidarietà sui social. I due papà insieme a Lindsay Foster, titolare della fotografia, hanno anche deciso di portare la questione in tribunale e fare causa al partito della Meloni. All’epoca di Oliviero Toscani, dopo le minacce di causa da parte del fotografo, Fratelli d’Italia presentò le sue scusa ritirando la campagna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , , Data: 03-03-2016 03:25 PM


Lascia un Commento

*