Il bacio gay che fa la storia

Francis Legare, membro della marina militare canadese di ritorno da una missione, è stato lontano dal suo partner per 255 giorni. Il gesto d'amore tra i due ha commosso il mondo e segnato una traguardo importante per i diritti LGBT.
Immagine anteprima YouTube

Mentre in Italia la legge sulle unioni civili viene approvata tra grandi difficoltà e al costo di diversi compromessi per cui parlare di uguaglianza è davvero difficile, nel mondo anche le istituzioni storicamente associate a una visione tradizionalmente machista, aprono all’amore omosessuale. Dopo il matrimonio di due soldati americani diventato virale, a fare il giro del mondo, stavolta, è il bacio tra un soldato delle forze navali canadesi e il suo partner.

MOMENTO STORICO
Il bacio tra un soldato che ritorna da una lunga missione e il proprio partner è un momento ormai scolpito nell’immaginario comune. Ma mai prima d’ora, almeno nella storia della Royal Canadian Navy, era stato immortalato un bacio di due omosessuali. Dopo essere stato in missione per 255 giorni, infatti, Francis Legare è tornato a casa. E ad attenderlo sul molo c’era il suo uomo, Corey Vautour. I due si sono scambiati un lungo bacio. Ciò che rende ancora più eccezionale questo momento, è il fatto che Francis Legare è stato il primo membro dell’equipaggio a scendere dalla HMCS Winnipeg: un ruolo che viene solitamente tirato a sorte, e che viene considerato come un grande onore. Solo pochi anni fa un gesto simile avrebbe destato scalpore e polemiche, mentre oggi viene salutato come il segno tangibile di un grande progresso. «Riflettiamo la società per ciò che è e reclutiamo uomini attraverso tutte le classi sociali. Se non ci adattiamo, presto nessun marinaio si unirà a noi», ha commentato il retroammiraglio Gilles Couturier.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone Argomenti: , Data: 26-02-2016 11:15 AM


Lascia un Commento

*