Oscar? Le donne vincono nel ruolo di mogli

Le differenze di genere anche nel cinema si fanno sentire: nessuna attrice premiata con la statuetta era in lizza per parti di militari o giornaliste: largo invece a quelle da vedove e impiegate. Gli uomini? Bravi come criminali.

86th Annual Academy Awards - ShowÈ stato più facile vincere un Oscar in quasi 90 anni di storia del premio per le attrici in ruoli da mogli e gli attori in quelli di criminali. Lo ha rivelato uno studio dettagliato del sito Fusion.net, svolto su tutti i vincitori della prestigiosa statuetta dal 1929 in poi.
Sono emersi dati e numeri che riflettono soprattutto i forti pregiudizi, non ancora del tutto superati (come era prevedibile) sulle donne nel cinema. Infatti in testa ai personaggi più premiati per le attrici c’è quello di moglie, con il 16%, seguito da quelli di lavoratrice nel mondo dello spettacolo (14%), vedova, ex aequo con impiegata o commessa all’11% e ereditiera (8%). Per gli attori maschi, invece? È più facile vincere quando si interpretano criminali (13%), seguiti da militari (11%) lavoratori dello spettacolo (10%), artisti e scrittori, ex aequo all’8% con e nobili e monarchi.

MILITARI O GIORNALISTE? MAI 
«Nessuna attrice vincitrice della statuetta era in lizza per parti di militari o giornaliste, parti che invece hanno portato l’Oscar a un totale di 13 attori (10 come militari e tre come giornalisti)», si spiega nell’articolo. «D’altro canto nessun attore ha vinto interpretando fidanzati o gigolò, mentre due ruoli di fidanzate e sei da prostitute sono stati premiati con la statuetta della miglior attrice». Nel 2015, comunque «c’è stato un miglioramento, con le vittorie di Eddie Redmayne per La teoria del tutto tra gli attori e di Julianne Moore con Still Alice, tra le donne, entrambi in ruoli da scienziati».

JENNIFER LAWRENCE CONTROCORRENTE PER JOY
Tuttavia anche nella cinquina in gara delle attrici protagoniste del 2016, non mancano le mogli: come quelle interpretate da Charlotte Rampling (in 45 anni), e Cate Blanchett (in Carol), a cui sia aggiungono Brie Larson, nel ruolo di vittima di un rapimento (in Room), Saoirse Ronan in quello di commessa (in Brooklyn), e controcorrente, Jennifer Lawrence in quello di imprenditrice (in Joy). «Se vincesse lei sarebbe la prima volta della vittoria di un’attrice in quasi 70 anni (l’ultima volta era successo negli Anni ’40 con Joan Crawford per Il romanzo di Mildred, ndr) con un ruolo simile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 24-02-2016 05:29 PM


Lascia un Commento

*