Dumbo è razzista?

Su Twitter si è diffusa una polemica relativa a uno dei film d'animazione più noti della Disney. Secondo alcuni, infatti, la pellicola contiene elementi che discriminano gli afroamericani.

o-DUMBO-facebookIl canale televisivo britannico Channel 4 ha ritrasmesso, a 75 anni dalla sua uscita nelle sale americane (1941), il film d’animazione Dumbo, l’ elefantino volante dalle orecchie giganti diventato, negli anni, uno dei più amati classici della Disney.

I FAN HANNO ALIMENTATO UNA POLEMICA SU TWITTER
Nonostante sia passato più di mezzo secolo dal suo debutto, questa volta sulla pellicola è caduta (e si è diffusa online) una pesante accusa: quella di proporre contenuti razzisti. Molti dei vecchi fan dell’elefantino, diventati ormai adulti, hanno infatti alimentato su Twitter una forte polemica. Guardando il film con un occhio più acuto rispetto a quello dell’infanzia, gli appassionati hanno riscontrato nella storia la presenza di alcuni stereotipi, a sfavore degli afroamericani, di cui non si erano mai accorti.

IL RIFERIMENTO ALLE JIM CROW LAW
«Per essere un film contro la discriminazione, Dumbo è dannatamente razzista», ha scritto un utente sul social network. Due le accuse principali: la prima è relativa a un gruppo di corvi che nel film si parlano con chiaro accento afroamericano, quasi ‘schernendo’ le persone di colore. La seconda riguarda il capo degli uccelli, il cui nome è Jim (il corvo, in inglese crow). In questo caso i fan hanno rilevato un riferimento alle Jim Crow Law, emanate tra il 1876 e il 1965 nel Stati Uniti con l’obiettivo di creare e mantenere la segregazione razziale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 23-02-2016 01:44 PM


Lascia un Commento

*