Le prostitute votano Hillary

Le lavoratrici del sesso impiegate presso il Moonlite Bunny Ranch del Nevada hanno deciso di appoggiare la Clinton nella corsa alla Casa Bianca. Per combattere le violenze domestiche e salvare la riforma sanitaria.

hookers4hillaryForse Hillary Clinton non potrà contare sulle giovani femministe per la sua campagna elettorale, ma ci sono altre donne che invece hanno deciso di sostenerla nella sua corsa alla Casa Bianca: le prostitute. 500 lavoratrici del sesso impiegate presso il Moonlite Bunny Ranch, nel Nevada, hanno dato vita al gruppo ‘Hookers for Hillary‘, con lo scopo di sostenere, e soprattutto finanziare, la loro candidata.

CONTRO LA VIOLENZA DOMESTICA
Non è la prima volta che le prostitute del Bunny Ranch si schierano apertamente per un candidato piuttosto che un altro. Nel 2008 e nel 2012, ricorda il Guardian, avevano dato il loro sostegno a Ron Paul. Ma ora le prostitute, che spesso hanno alle spalle un vissuto di povertà e violenze domestiche, hanno deciso di schierarsi con Hilary: «Sono con lei perché si sta battendo contro la violenza domestica», spiega la 26enne che si fa chiamare Entice Love, ricordando di quando nel corso di una relazione si ritrovò ad avere gli occhi nere e le costole rotte.

UNA RIFORMA DA SALVARE
Ma Hillary piace anche a Dennis Hof, proprietario del Ranch e di altre sei strutture dove si esercita legalmente il mestiere più antico del mondo. La Clinton, infatti, vuole tenere in vita la tanto criticata Obamacare, la riforma statunitense che ha dato accesso ai servizi sanitari a milioni di americani. Incluse le ragazze del Ranch, che prima non potevano permettersi praticamente alcuna cura, né per sé né per le proprie famiglie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , , , Data: 18-02-2016 07:01 PM


Lascia un Commento

*