Il viagra? Te lo prescrive tua moglie

È la singolare proposta che viene dal Kentucky, avanzata dall'esponente del Partito Democratico di Louisville, Mary Lou Marzial, per «proteggere i valori della famiglia».

viagraViagra? Sì, ma solo con l’autorizzazione scritta dalla moglie. È la singolare proposta che viene dal Kentucky, avanzata dall’esponente del Partito Democratico americano di Louisville, Mary Lou Marzial, che da tempo sta portando avanti una battaglia politica che imponga agli uomini che acquistano farmaci contro la disfunzione erettile di esibire per legge un’autorizzazione della consorte.

PRESERVARE LA FAMIGLIA
«Si tratta di proteggere i valori della famiglia», ha spiegato, «di preservare la salute degli uomini e proteggerli da loro stessi». Una strategie per far diminuire le scappatelle maschili: «In questo Stato», ha argomentato la deputata, «siamo molto attenti ai valori della famiglia: allora facciamo una legge anche su questo, in modo da far sì che tali farmaci possano essere usati solo all’interno della relazione coniugale».Gli uomini sposati, secondo la sua proposta di legge, dovranno addirittura giurare sulla Bibbia che useranno il viagra solo per le relazioni sessuali con la propria moglie. Un consenso informato, che, dice Marzial,  servirebbe a garantire la salute degli uomini da effetti collaterali indesiderati.

PRO DIRITTI LEGATI ALL’ABORTO
In realtà la proposta della Marzian, che sostiene i diritti delle donne legati all’aborto, è anche la risposta alla decisione del governatore del Kentucky, Matt Bevin, che ha firmato una legge che prevedere che le donne per abortire debbano avere l’autorizzazione di un medico 24 ore prima dell’interruzione di gravidanza. La Marzian si era opposta al provvedimento sostenendo che il governo non dovrebbe interferire con le scelte dei singoli in materia di salute.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, Top news Argomenti: , Data: 16-02-2016 11:10 AM


Lascia un Commento

*