Sanremo sulle punte

La seconda serata del festival conferma Virginia Raffaele, stavolta nei panni di Carla Fracci, come la rivelazione di questa edizione. E il pianista e compositore Ezio Bosso conquista il pubblico.

Sanremo Music Festival 2016E anche la seconda serata di Sanremo 2016 è andata. Lunga tanto quanto la precedente, ma avara di emozioni, fatta eccezione per la straordinaria, commovente performance dell’ospite Ezio Bosso, pianista, compositore e direttore d’orchestra affetto da una sindrome neurodegenerativa che però non gli ha impedito, nemmeno ieri sera, di stupire l’Ariston con la sua musica. Un ospite la cui partecipazione, passata in sordina nei giorni precedenti, si è rivelata ben più super di quella di tanti altri (non ce ne vogliano Ellie Goulding e Nicole Kidman). Ottimi, invece, gli ascolti, con il 49,91% di share, praticamente in linea con la prima serata, e 10 milioni e 700 mila spettatori. Un incremento di 700 mila spettatori e 8 punti di share rispetto all’anno scorso.

VIRGINIA RAFFAELE: LA CONFERMA
Dopo aver incassato gli elogi di Sabrina Ferilli, invece, Virginia Raffaele ha deciso di cimentarsi nell’imitazione di un personaggio tutt’altro che facile: Carla Fracci. Ma, anche stavolta, l’interpretazione è azzeccata e la Raffaele si conferma come uno dei personaggi più indovinati del Festival. Continuano a non andare oltre la loro dimensione squisitamente fisica, invece, Gabriel Garko e Madalina Ghenea.

GARA IMPALPABILE
I cantanti in gara, invece, al pari della prima serata, faticano a fare breccia, e i brani sembrano susseguirsi innocui l’uno all’altro, senza lasciare traccia. Ma i primi verdetti colpiscono quattro nomi, a rischio eliminazione: Alessio Bernabei, ex Dear Jack, gli Zero Assoluto, Neffa e Dolcenera. D’altronde, come ha detto salendo sul palco dell’Ariston il troppo a lungo sottovalutato Nino Frassica: «Le canzoni le so già, sono tutte uguali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*