Quando la Barbie si mette il velo

Una ragazza nigeriana appassionata di moda ha deciso di vestire la celebre bambola cucendole su misura degli outfit ispirati alla propria cultura. Con tanto di lussuosi e colorati hijab.

hijarbieDopo i modelli curvy, arrivano anche le Barbie con l’hijab, le hijarbie. Ma se le bambole plus size sono prodotte ufficialmente dalla Mattel, la variante islamica non è ufficiale, ma nasce dall’estro modaiolo della 24enne nigeriana Haneefah Adam, che posta le sue creazioni sul profilo Instagram @hijarbie. Un’idea di successo visto che può contare, nel momento in cui scriviamo, già 20 mila follower.

UN ESEMPIO POSITIVO
Intervistata da BuzzFeed, Haneefah ha raccontato che è lei stessa a cucire gli abiti delle Barbie ritratte su Instagram, e che se all’inizio il suo intento era principalmente creativo, col tempo si è resa conto che la sua idea avrebbe potuto rivelarsi un efficace veicolo per la diffusione di una maggiore consapevolezza, con un impatto positivo sulla percezione del mondo islamico. Un intento simile, pare, a quello del World Hijab Day. Haneefah spiega che, a suo parere, le bambine musulmane hanno tutto il diritto di possedere una bambola che rappresenti gli aspetti culturali del mondo in cui vivono: «Alla fine della giornata, le ispirerà ad avere più fiducia in sé stesse e in uno stile di vita più sobrio». Il prossimo obiettivo di Haneefah? Creare un sito web di ecommerce dove poter vendere le sue creazioni in miniatura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, foto, Gallery, persone Argomenti: , , , Data: 08-02-2016 04:20 PM


Lascia un Commento

*