Donne di denari

Dalla proprietaria dell'Heineken sino alla sanguinaria Imperatrice Wu. Ecco le 10 figure femminili della storia passata e presente che hanno accumulato ingenti ricchezze.

«Le donne con enormi ricchezze personali sono un fenomeno moderno e difficile da trovare nell’antichità». Lo sostiene, a ragione, Walter Scheidel un professore di storia antica presso la Stanford University. Dalle regole sulla primogenitura maschile alle leggi che le impedivano di possedere beni immobili, il mondo femminile ha infatti sempre faticato a ritagliarsi un posto tra i personaggi più ricchi e influenti del passato. Ma se da una parte il mondo ha avuto modo di parlare delle grandi imprese maschili, dall’altra ha saputo celebrare la forza e l’astuzia finanziaria di alcune illustre signore che hanno dominato e rimpinguato il loro personale patrimonio.

wu-zhao-imperatriceIMPERATRICE WU
Al primo posto della classifica stilata dal britannico Times troviamo una donna cinese. Si tratta dell’imperatrice Wu (624-705 d.C.), salita al potere come concubina di due imperatori della dinastia Tang. Quando poi il figlio Gaozong salì al potere, Wu eliminò tutti i possibili rivali che avrebbero potuto intralciare la sua sclata verso il trono. Dopo la morte di Gaozong la donna costrinse i propri figli ad abdicare venendo di fatto nominata amministratrice di corte (sorta di imperatrice ad interim). Wu governò per 15 anni accumulando ricchezze per più di 300 milioni di unit, pari al 22,7% del Pil globale.

hatshepsutHATSHEPSUT
Hatshepsut (1507-1458 a.C.) è stata la prima donna a diventare faraone d’Egitto. Nonostante l’iniziale avversità dei sudditi nei suoi confronti, non abituati a vedere sul trono un esponente della famiglia reale appartenente al genere femminile, Hatshepsut è riuscita in breve tempo a fare suo il controllo delle principali miniere d’oro del suo regno per un valore di 2 miliardi di dollari, pari al Pil globale del 20%.

Caterina_II_di_Russia_1CATERINA LA GRANDE
Medaglia di bronzo in questa speciale classifica delle donne più ricche della storia per Caterina la Grande il cui potere economico oggi sarebbe pari a circa 1,5 triglioni di dollari (5,4% del Pil globale). L’imperatrice russa ha goduto di uno dei regni più vasti della storia e di un potere considerato illimitato visto anche il controllo esercitato sulla Chiesa ortodossa del Paese.

cleopatraCLEOPATRA
Si uccise teatralmente con il veleno di un aspide, ma forse non tutti sanno che Cleopatra (69-30 a.C.), oltre a spiccate doti politiche, aveva anche un potere economico quasi illimitato. La sovrana dell’egitto, infatti poteva contare su un’entrata annua di circa 15 mila talenti egiziani, frutto delle fiorenti industrie dell’epoca. Il suo patrimonio netto è stato stimato intorno ai 95,8 miliardi di dollari pari al 2,6% del Pil globale.

400x256ISABELLA DI CASTIGLIA
Dopo che consolidò il matrimonio con il cugino Ferdinando d’Aragona, il patrimonio già cospicuo di Isabella di Castiglia (1451-1504) aumentò a dismisura. Soprattutto grazie anche al controllo che la Spagna riuscì, dal 1492, ad ottenere anche sul Nuovo Mondo. Oltre a questo, a cavallo tra il XV e il XVI secolo la  Spagna visse un vero e proprio boom nel settore delle industrie tessili e della lana. Isabella negli anni consacrò le proprie fortune intorno all’1% del Pil globale.

L'Oreal- patriarch Liliane BettencourtLILIANE BETTENCOURT
Con un picco nel 2015 di 40,7 miliardi di dollari, l’ereditiera della L’Oreal Liliane Bettencourt (nata nel 1922) è tra le donne più ricche dei giorni nostri. L’azionista principale della società di cosmetici fondata dal padre nel 1907, ha tuttavia dovuto rinunciare alla direzione della società a causa della demenza senile che l’ha colpita. Attualmente il gruppo è passato sotto la gestione del nipote.

3-yang-huiyanYANG HUIYAN
Aveva un capitale di circa 16,2 miliardi di dollari, ereditati dal padre Yang Guoqiang, ma quando la recessione economica colpì nel 2007 il mondo intero, l’ereditiera cinese vide il proprio patrimonio finanziario crollato a soli 5,2 miliardi di dollari (Pil globale 0,025%).

Susanne KlattenSUSANNE KLATTEN
È la donna più ricca della Germania grazie ai suoi 17,4 miliardi di dollari derivati in gran parte da una delle ditte più redditizie del Paese: BMW. Susanne Klatten, che detiene il 12,6% della casa automobilistica dal padre, Herbert Quandt. Klatten, si dedica però anche ad altre attività finanziare che l’hanno consacrata tra le donne più ricche del mondo con un Pil globale pari allo 0,024%.

0x600ANNE COX CHAMBERS
Nata negli Stati Uniti d’America nel 1919, Anne Chambers è stata ambasciatrice del Belgio per un breve periodo ricevendo anche il titolo di Comandante della Legione d’Onore in Francia nel 2009. La sua grande fortuna deriva dal mondo dei media, in particolare nella sua quota partecipativa all’impresa del defunto padre Cox Enterprises. Nel novembre 2015 si è stamato che la sua fortuna fosse pari a 15,3 miliardi di dollari.

heinekenCHARLENE DE CARVALHO
Chiude la classifica la regina della birra, Charlene de Carvalho. La magnate dell’Heineken ha nel tempo collezionato una fortuna pari a 12,7 miliardi di dollari. La donna, figlia unica di Freddy Heineken, amministratore delegato della terza birra più diffusa al mondo, ereditò una quota del 25% dell’industia quando il padre morì nel 2002.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*