Stravaganze da Festival

di Enrico Matzeu
Non solo musica: look improbabili, travestimenti patriottici, caricature e storpiature. LetteraDonna ha raccolto per voi gli strafalcioni di stile più memorabili degli ultimi dieci anni a Sanremo.

Il Festival di Sanremo, in onda dal 9 al 13 febbraio su Rai Uno, è l’evento mediatico più atteso dell’anno, almeno per gli appassionati di musica e tivù. Ma anche gli amanti della moda guardano con attenzione il Festival, spesso per commentare senza pietà i look di vallette e cantanti. D’altra parte, Sanremo è anche uno spettacolo e come tale ha bisogno di eccessi e look bizzarri e stravaganti, tra travestimenti patriottici, caricature e storpiature. LetteraDonna ha raccolto per voi gli strafalcioni di stile degli ultimi dieci anni del Festival.

Luciana Littizzetto a Sanremo 2013 e a Sanremo 2014 con Fabio Fazio.

Luciana Littizzetto a Sanremo 2013 e a Sanremo 2014 con Fabio Fazio.

I TRAVESTIMENTI DI LUCIANA
Luciana Littizzetto, che ha condotto Sanremo assieme a Fabio Fazio nel 2013 e nel 2014, ha regalato delle immagini memorabili con travestimenti davvero bizzarri. Per parodiare il celebre tatuaggio a farfallina che Belen Rodriguez fece intravedere sulle scale dell’Ariston, Lucianina scelse un costume da farfalla con tanto di ali in tulle. Vestì anche i panni di Caterina Caselli, della Carrà e indossò gli abiti delle ballerine del Moulin Rouge di Parigi. Un vero uragano.

A sinistra Michelle Hunziker a Sanremo 2007 e a destra Antonella Clerici a Sanremo 2010.

A sinistra Michelle Hunziker a Sanremo 2007 e a destra Antonella Clerici a Sanremo 2010.

CONDUTTRICI ECLETTICHE
A proposito di travestimenti di scena, non hanno scherzato neanche Michelle Hunziker e Antonella Clerici. La conduttrice svizzera, nel 2007 al fianco di Pippo Baudo si presentò sul palco con un improbabile intimo in raso e parrucca corta, mentre la Clerici omaggiò i 150 della Repubblica italiana con un vistoso abito da cancan in pizzo tricolore. Si salvi chi può!

Loredana Bertè e Ivana Spagna a Sanremo 2008.

Loredana Bertè e Ivana Spagna a Sanremo 2008.

URAGANO BERTÉ
Anche tra le cantanti in gara le stramberie non sono mancate. Nel 2008 Loredana Berté, in gara con il brano Musica e Parole, non solo fu esclusa con l’accusa di plagio, ma fece anche parlare di sé per  i suoi abiti dall’improbabile gusto dark. Si diceva che per realizzarli avesse addirittura utilizzato i cuscini dell’hotel in cui dormiva. Per la serata dei duetti scelse l’amica Ivana Spagna, che entrò in scena vestita da lolita punk. Dio le fa e poi le accoppia.

Due look di Anna Oxa a Sanremo 2011.

Due look di Anna Oxa a Sanremo 2011.

CAMALEONTICA OXA
Tra le cantanti dall’indole e dai gusti stravaganti c’è anche Anna Oxa, che a ogni Sanremo al quale ha partecipato ha cambiato look in modo decisamente camaleontico. Dagli abiti maschili degli anni Ottanta, ai tanga in vista e la pelle cosparsa d’olio della fine dei Novanta. Nel 2011 scelse degli outfit in maglina sui toni dell’azzurro, che sembravano presi in prestito da un corso di pilates.

A sinistra Elio e le Storie Tese e a destra Biggio e Mandelli.

A sinistra Elio e le Storie Tese e a destra Biggio e Mandelli.

UOMINI ESIBIZIONISTI
Gli uomini non sono stati da meno e gli spettatori più attenti ricorderanno sicuramente i travestimenti da musicisti oversize di Elio e le Storie Tese, che in passato si camuffarono anche da alieni e da originali personaggi ottocenteschi. Mentre nel 2015 l’insolito duo Bigio e Mandelli propose ogni sera un look diverso, con stili al quanto bizzarri.
Molti gli scivoloni di stile di cantanti e ospiti degli ultimi dieci anni del Festival. Nella gallery qui sotto i più interessanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*