Sessisti nel pallone

Roberto Mancini dopo il derby offende in collegamento la giornalista di Mediaset Mikaela Calcagno. L'Unione stampa sportiva italiana: «Maleducazione e arroganza». Ma il tecnico dell'Inter non è l'unico a essersela presa con la conduttrice.

Italy v Azerbaijan - EURO 2016 Qualifier

Una serata da incubo quella di domenica 31 gennaio per Roberto Mancini: il derby perso 3-0, l’esplusione, il dito medio mostrato ai tifosi uscendo dal campo. Ma nonostante il pentimento dell’allenatore dell’Inter affidato a Twitter, tanto nervosismo non basta per giustificare le parole e i toni arroganti rivolti alla giornalista Mediaset Mikaela Calcagno, già più volte nel mirino di allenatori (Allegri e Mihajlovic) forse troppo pieni di sé per accettare di commentare una partita con una conduttrice donna ad armi pari. Un comportamento talmente inaccettabile per cui l’Unione stampa sportiva italiana si è vista costretta a intervenire.

IL COLLEGAMENTO CON MEDIASET
Quando dagli studi di Mediaset la giornalista ha chiesto di commentare il dito medio mostrato in campo, l’allenatore si è infuriato: «Sì, l’ho fatto. Ho mostrato il dito medio, alcuni tifosi mi hanno insultato e non dovevano essere lì visto che c’erano gli steward. Ora siete contenti? Basta con queste cagate». Pochi istanti prima si era già innervosito. Secondo il tecnico non c’era alcun collegamento tra le sue critiche agli attaccanti e il rigore sbagliato da Mauro Icardi: «Ma sono cazzate, dovete per forza fare polemiche. Era una battuta». Calcagno, con grande professionalità e stile non ha perso la calma, lasciando parlare la brutta figura di Mancini.

I PRECEDENTI
Ma non è la prima volta che la conduttrice finisce nel mirino degli allenatori: «Perché io faccio l’allenatore e lei la presentatrice», le rispose l’allenatore del Milan Sinisa Mihajlovic a settembre 2015, mentre una settimana dopo a un’altra domanda della Calcagno un irritato Allegri replicò: «Cosa manca secondo lei? Le faccio io una domanda. Basta vedere la classifica». La domanda sorge spontanea: i tecnici intervistati si sarebbero rivolti con tanta maleducazione anche nei confronti di un giornalista uomo? Probabilmente no.

«MALEDUCAZIONE E ARROGANZA»
L’Unione stampa sportiva italiana «ritiene inaccettabile il comportamento tenuto da Roberto Mancini nei confronti della collega di Mediaset Mikaela Calcagno» al termine del derby Milan-Inter. «Un’esibizione di grande maleducazione e arroganza che non può certo essere giustificata dal risultato della partita», si legge nel comunicato diffuso dall’Ussi, in cui si chiede un incontro con l’Associazione italiana arbitri. «Poiché non è il primo episodio del genere e già altri allenatori, famosi e ben retribuiti come Mancini, hanno tenuto analoghi comportamenti nei confronti di giornalisti, colpevoli solo di aver rivolto domande», l’Ussi ha chiesto un incontro urgente al presidente dell’Associazione italiana allenatori, Renzo Ulivieri, per affrontare il problema e riportare il dialogo tra le parti su un piano di reciproco rispetto e civiltà», conclude la nota.

https://youtu.be/IBxnNbksiDsImmagine anteprima YouTube

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , Data: 01-02-2016 04:12 PM


Lascia un Commento

*