Ikea sponsorizza i figli 'componibili'?

Giorgia Meloni ha commentato sul suo profilo Facebook l'iniziativa pensata per il 30 gennaio dall'azienda svedese, capovolgendo il senso dello spot creato per l'evento: «Bambini trasformati in oggetti».
Foto di Roberto Pili

Foto di Roberto Pili

Il 30 gennaio 2016 è in programma a Roma il Family day, manifestazione, si legge sul sito ufficiale «in difesa della famiglia e del diritto dei bambini ad avere una mamma e un papà». Per la stessa data, l’azienda Ikea ha lanciato un contro-evento, invitando chiunque lo voglia a celebrare (a partire dalle 15, nei ristoranti di tutti i punti vendita italiani) la propria idea di famiglia con un bacio.

«PER FARE UNA FAMIGLIA NON C’È BISOGNO DI ISTRUZIONI»
Lo scopo è esplicito: l’iniziativa, ha dichiarato l’azienda «vuole confermare i valori di inclusione e diversità che da sempre guidano Ikea sia verso i propri clienti che verso i propri collaboratori». Nell’immagine del lancio si vedono brugole e bulloni accompagnati dalla frase  «Per fare una famiglia non c’è bisogno di istruzioni»

Ikea è lo sponsor perfetto per bambini trasformati in oggetti acquistabili e componibili.#difendilafamiglia #familyday

Pubblicato da Giorgia Meloni su Giovedì 28 gennaio 2016

LA POLEMICA DELLA MELONI
La proposta non ha lasciato indifferente i paladini della ‘famiglia naturale’, come la sempre più infervorata Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia ha infatti commentato sul suo profilo Facebook l’iniziativa della multinazionale svedese capovolgendo il senso della stessa: «Ikea è lo sponsor perfetto per bambini trasformati in oggetti acquistabili e componibili», ha scritto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , , Data: 29-01-2016 12:11 PM


Lascia un Commento

*