Si uccise per non finire ad Auschwitz

Enrica Calabresi aveva 53 anni quando, nel 1944, decise di togliersi la vita con il veleno per non cadere nelle mani dei nazisti. Scienziata, ebrea, e antifascista, rimase fedele ai suoi ideali fino all'ultimo.

Tra le tante donne colpite dalla tragedia della Shoah c’è anche l’italiana Enrica Calabresi. Una donna di scienza che ha 53 anni, nel 1944, decise di togliersi la vita con il veleno. Un suicidio che non è tale: perché Enrica fu costretta a togliersi la vita per non cadere nelle mani dei nazisti. Lettera43 racconta la sua storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: persone, Protagonisti Argomenti: , , , , , Data: 27-01-2016 09:00 AM


Lascia un Commento

*