Sollecito vuole 500 mila euro di risarcimento

Omicidio Kercher, i legali dell'ingegnere pugliese dichiarato definitivamente innocente hanno chiesto ai giudici 516 mila euro per i tre anni e 11 mesi di ingiusta detenzione.

ITALY-BRITAIN-US-MURDER-TRIALCondannato, assolto e di nuovo condannato prima di essere dichiarato definitivamente innocente per l’omicidio di Meredith Kercher, ora Raffaele Sollecito, che si è sempre proclamato estraneo a quel delitto, chiede allo Stato italiano oltre mezzo milione di euro di risarcimento per l’ingiusta detenzione.

3 ANNI E 11 MESI TRASCORSI IN CELLA
L’istanza è stata depositata il 25 gennaio alla Corte d’appello di Firenze dai suoi legali, gli avvocati Giulia Bongiorno e Luca Maori, che hanno deciso di rivolgersi all’ultimo giudice di merito che si è occupato del processo chiedendo il massimo possibile del risarcimento in base ai parametri che regolano la materia. In particolare hanno chiesto una somma di 516 mila euro per tre anni e 11 mesi passati in cella (dal 6 novembre del 2007 al 4 ottobre del 2011). L’ingegnere pugliese che si è sempre proclamato estraneo all’omicidio è stato definitivamente assolto per l’omicidio Kercher dalla Cassazione insieme all’americana Amanda Knox. Ora la decisione spetta ai giudici toscani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Top news Argomenti: , , Data: 26-01-2016 10:51 AM


Lascia un Commento

*