Una bambola per 'figlio'

In Thailandia, un numero sempre maggiore di donne adotta e si prende cura dei Child Angels, pupazzi 'portafortuna' delle stesse dimensioni e fattezze di un neonato.

Child Angels dolls believed to bring good luck and protect them from harmUna bambola per ‘figlio’. Non è il ‘gioco di ruolo’ di una fanciulla in tenera età, ma la nuova tendenza che spopola in Thailandia. Un numero sempre maggiore di donne del Paese ha preso infatti l’abitudine di adottare e prendersi cura dei Child Angels (angeli bambini), ‘pupazzi’ delle stesse dimensioni e fattezze di un neonato. Il motivo? Sembra sia credenza popolare che queste bambole conservino lo spirito dei bambini portando a chi le accudisce fortuna, ricchezza e protezione dai pericoli. I ‘genitori’ infatti, li curano come fossero devi veri e propri membri della famiglia.

BAMBOLE BENEDETTE
Det-a-duh Nachariyanukul, proprietario di un noto negozio di child angels ha riferito che non si tratta di bambole comuni, ma benedette dai monaci. «Devono essere trattate con buona volontà e buone azioni. Questo le rende diverse da altri incantesimi di ‘magia nera’», ha affermato. Il prezzo varia in base ai materiali, dai 51 ai 514 euro (se venduti come pezzi di prezioso antiquariato).

UN POSTO PER GLI ‘ANGELI’ ANCHE NEI RISTORANTI
La tendenza ha spinto addirittura la compagnia aerea Thai Smile Air a consentire ai passeggeri di acquistare i biglietti per il loro ‘angelo-bambino’ accettando di servirli a bordo con bevande cibo. Non solo, anche diversi ristoranti di Bangkok hanno annunciato di servire pasti per le bambole della ‘fortuna’.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 25-01-2016 01:09 PM


Lascia un Commento

*