Gay che toccano una vagina

Che effetto fa a dei maschi omosessuali toccare l'organo genitale femminile? Stevie Boebie ha deciso di fare da cavia per scoprirlo. Ecco il divertente video.

Immagine anteprima YouTube Nei giorni precedenti alcune donne lesbiche erano state immortalate mentre palpavano un pene per la prima volta. Questione di ore, e i ruoli si sono invertiti. Un manipolo di volontari gay ha deciso di infilare la mano in un guanto di lattice e di toccare, per la prima volta nella loro vita, l’organo sessuale femminile. A fare da cavia, Stevie Boebie, ragazza lesbica e youtuber che ha dovuto fronteggiare dei ragazzi giustamente imbarazzati ma comunque incuriositi e capaci di prodursi in una serie di efficaci metafore: c’è chi si sente come se stesse accarezzando un cane, chi parla di palloncini sgonfi, chi addirittura scomoda calamari e la saga fantascientifica di Star Trek.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, video Argomenti: , , , , Data: 21-01-2016 06:59 PM


Una risposta a “Gay che toccano una vagina”

  1. Davide scrive:

    Di social questo video non ha solutamente niente…come molte trasmissioni televisive dove stanno tutti nudi su un’isola, o dove stanno su un letto in boxer gli uomini e mutande e reggiseno, con la scusa dell’esperimento sociale/programma televisivo per innamorarsi, in realtà il tentativo è quello di sdoganare la pornografia, o meglio attingere dalla pornografia per una evidente carenza di idee e forse di ascolti e/o di introiti. Personalmente non sono un moralista nè un bacchettone anzi trovo che il sesso sia necessario e in tante forme. Tuttavia questi spettacoli ( a mio avviso poco dignitosi) sono anche accessibili a minorenni e bambini e questo è da considerare. La cosa che mi da più fastidio è il fatto che ci siano donne che siano disposte ad arrivare a superare i limiti solo evidtemente per fini economici e di notorietà ma con l’ipocrisia di chi si distacca da prostitute e pornoattrici che invece sono molto più coerenti e rispettabili. Altro caso da ricordare è la trasmissione televisiva giapponese dove delle ragazze masturbano presumibilmente (dato che è applicata la censura con un pannello) dei concorrenti che devono cantare contemporaneamente. E dire che fosse per me legalizzerei la prostituzione anzi la diffonaderei perchè la mancanza di sesso fa solo danni a molti uomini frustrati…

Lascia un Commento

*