«Chiedo aiuto per continuare a vivere»

di Giulia Mengolini
Il disperato appello di una lettrice di Viareggio in gravi difficoltà economiche e di salute: Rossella, 53 anni, affetta da numerose patologie e con una invalidità del 48%, guadagna 120 euro al mese e rischia lo sfratto.

rossella2«Buonasera, mi chiamo Rossella e risiedo a Viareggio. Sono alla disperata ricerca di un modo per uscire dalle gravi difficoltà economiche e di salute in cui mi trovo. Mi sono rivolta a programmi televisivi, a personaggi politici e ad associazioni benefiche, ma nessuno risponde nemmeno alle mail e alle lettere».
Inizia così una delle decine e decine di mail che quotidianamente arrivano nella casella di posta della nostra redazione. L’autrice, alla quale abbiamo deciso di dare a voce, è una donna di 53 anni con una storia e un presente difficili. La parola «difficili» però, non è sufficiente per rendere l’idea della situazione in cui Rossella è costretta a vivere. «Drammatici» è forse un termine più appropriato. Perchè? Vi chiederete. La crisi c’è per tutti, il lavoro non c’è per nessuno.
Ma provate a mettervi nei panni di una donna malata, disoccupata, senza risparmi, con la prospettiva di perdere tra pochi giorni anche un tetto sotto il quale vive. Senza nessun tipo di aiuto. Da che parte comincereste?

GUADAGNA 120 EURO MENSILI
Rossella ha gravi problemi di salute (tra i tanti, due gravi infezioni, soffre di incontinenza urinaria ed è stata operata per un tumore al seno) e il 48% di invalidità fisica: la veridicità del suo quadro clinico è stata accertata dalla nostra redazione, a cui la donna ha inviato tutti i certificati medici che provano l’esistenza delle sue patologie. I disturbi di cui soffre sono alcuni dei motivi per i quali non riesce a trovare lavoro. Non può stare in piedi troppe ore, e ha bisogno di andare al bagno molto frequentemente: ragione per cui, per esempio, ha raccontato nel corso di una telefonata, non riesce nemmeno a trovare un impiego come cameriera o lavapiatti. Si guadagna da vivere, se così si può dire, facendo le pulizie in una casa di Viareggio quattro ore a settimana: viene pagata 30 euro settimanali, che al mese sono 120 totali. La sua unica entrata economica. Fino a poco tempo fa lavorava presso una famiglia che si è trasferita fuori città: così le pulizie sono rimaste il suo unico mezzo di sostentamento.

«SE MI OPERO NON LAVORERÒ PIÙ»
«Vorrei chiederle se può darmi qualche dritta su come fare per avere un aiuto economico. Ho chiesto contributi al Comune, fatto domanda per una casa popolare, ma qui da anni c’è una lista di attesa lunghissima. Tra poco lo sfratto minacciato per i tanti mesi di affitto non pagati sarà esecutivo e mi troverò in mezzo ad una strada. Vivo sola e gli unici mezzi di sostentamento che ho sono le deboli forze che mi rimangono con le quali svolgo poche ore di pulizie a settimana perché nient’altro riesco a trovare a 53 anni. Ho gravi problemi di salute, tutti documentati, e non posso operarmi perché ho il timore di perdere anche quelle poche ore di lavoro che mi permettono se non ho altro da mangiare», prosegue il suo appello.

IN ATTESA DELL’UDIENZA PER LO SFRATTO
Rossella non ha aiuti: sua madre è deceduta, l’ex marito che le passava 350 euro mensili non lo fa più da quando ha perso il lavoro. Ha una figlia che si è laureata grazie all’aiuto economico dei nonni: convive e lavora in una slot machine. Ogni tanto aiuta sua madre pagandole una bolletta o acquistandole un farmaco, ma di più per lei non può fare.
Chiaramente, in questa situazione, la donna non può più pagarsi l’affitto da mesi: motivo per il quale rischia di non avere più nemmeno un tetto sotto cui vivere: prima della fine di gennaio deve recarsi in tribunale per l’udienza per lo sfratto. La disperazione l’ha spinta a rivolgersi a istituzioni, politici, giornali e trasmissioni televisive per chiedere aiuto. Aiuto che nemmeno il Comune di Viareggio, commissariato, può fornirle.

Chi volesse o avesse la possibilità di fornirle qualunque tipo di aiuto può scrivere a: redazione.letteradonna@news30.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità Argomenti: , , Data: 19-01-2016 06:01 PM


Lascia un Commento

*