Uomo, il tuo stile è donna

di Enrico Matzeu
Tra gonne, drappi e completi pigiama, gli outfit maschili presentati alla fashion week di Milano per la stagione invernale 2016-17 hanno rotto i confini di genere. Ecco le tendenze più eccentriche.

evid moda uomo 2016 17 milanoGonne, drappi e completi pigiama. Le tendenze presentate a Milano Moda Uomo per la stagione autunno/inverno 2016-17 sono in alcuni casi davvero eccentriche. Gli abiti riservati tradizionalmente solo alle donne, ora, sono a disposizione anche degli uomini (Jaden Smith ha fatto scuola). Ma se l’idea di vedere il vostro compagno vestito come voi non vi convince più di tanto, non temete: gli stilisti hanno anche pensato a outfit rigorosamente tradizionali. Tra fantasie scozzesi e l’inossidabile stile vintage, ecco i futuri abiti destinati a trovare spazio (anche) nel guardaroba del vostro lui.

Etro ed Emporio Armani, collezioni autunno/inverno 2016-17.

Etro ed Emporio Armani, collezioni autunno/inverno 2016-17.

FANTE DI QUADRI
Le fantasie in tartan hanno letteralmente invaso le passerelle italiane: dai completi formali ai giubbini casual, tutti i capi hanno un tocco check. Gli outfit di Etro, ad esempio, sono scozzesi dalla testa ai piedi, in blu e marrone, dalla camicia alla giacca, passando addirittura per il gilet. Emporio Armani propone, invece, maxi quadri minimalisti su completi dalle giacche a doppio petto, chiuse da due bottoni quasi invisibili. Tanta Scozia anche da Vivienne Weswood, dove i pantaloni sono sormontati da abiti femminili. Non fanno eccezione i cappotti fascianti di Fendi o quelli più formali di Canali.

Prada e Damir Doma, collezioni autunno/inverno 2016-17.

Prada e Damir Doma, collezioni autunno/inverno 2016-17.

IL FASCINO DEL CAPPOTTO
Per l’uomo, il cappotto rimane il must have dell’inverno, nonostante l’invasione dei bomber. Indossato asciutto o abbondante, l’importante è che sia lungo fino ai polpacci. Da Prada è dritto e vagamente austero, indossato quasi sempre abbottonato o, magari, lasciando intravedere appena gli abiti. Per Damir Doma, invece, le forme diventano tondeggianti, con fantasie astratte sui toni del grigio o color cammello. Hanno motivi geometrici i soprabiti di MSGM, mentre puntano al classico quelli proposti da Bottega Veneta e Boglioli.

MSGM e Missoni, collezioni autunno/inverno 2016-17.

MSGM e Missoni, collezioni autunno/inverno 2016-17.

TRICOT FANTASIOSO
Come a Londra, anche a Milano la maglieria vuole la sua parte. La tendenza è mantenere un certo rigore nelle forme e nelle dimensioni, ma di lasciarsi andare a fantasie e lavorazioni particolari. Come, ad esempio, i disegni pop sui maglioncini di MSGM, o i motivi tridimensionali di Missoni, che punta sui colori caldi e sulle sfumature dell’oro. Gucci sceglie Snoopy come immagine da accostare ai colori iconici del suo brand: il rosso, il blu e il verde. Da Ermenegildo Zegna, invece, i pullover sono abbondanti e ricamati con fiori di perline e paillettes.

Fendi e Antonio Marras, collezioni autunno/inverno 2016-17.

Fendi e Antonio Marras, collezioni autunno/inverno 2016-17.

DETTAGLI IN PELLICCIA
Ci siamo ormai abituati alla pelliccia come capo trendy anche per l’uomo. Se Dolce & Gabbana propone cappotti in pelo oversize, per gli altri la pelliccia si fa accessorio e si trasforma in maxi borse dai colori fluo, come per Fendi, o in sciarpe e gilet su look country, come se l’è immaginata invece Antonio Marras. Bordure di pelliccia in astrakan, poi, sui cappotti di Bally, per rendere glam ogni capo maschile.

Gucci e Dolce & Gabbana, collezioni autunno/inverno 2016-17.

Gucci e Dolce & Gabbana, collezioni autunno/inverno 2016-17.

UOMINI IN PIGIAMA
Il completo pigiama è la novità più bizzarra di questa fashion week, perché offre un mix di eleganza e comodità davvero uniche, ma mina il confine tra praticità e sperimentazione. È verdone e con i bordi rossi quello proposto da Gucci, che lo fa sfilare con delle ciabatte scozzesi ornate di pelo, mentre da Dolce & Gabbana è bianco con microfantasie nere, indossato con scarpe ed empty pocket pochette. Peter Dundas, che ha disegnato per la prima volta la collezione uomo di Roberto Cavalli, ha creato invece dei completi in raso di seta con fondo nero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*