Colloquio al naturale

Il make up perfetto per 'convincere' un datore di lavoro?: Niente rossetti lucidi, no alla cipria se non avete più 20 anni, sì ai colori tenui. E non strafate: scegliete se puntare su occhi o bocca.

ThinkstockPhotos-126436687Doevete prepararvi al meglio per un colloquio di lavoro o un appuntamento importante?
Chiaramente, anche l’occhio vuole la sua parte: il vostro interlocutore, prima ancora di notare che tipo di abbigliamento avete scelto, si soffermerà sul vostro viso. Quindi attenzione al make up: deve essere curato e naturale: il rischio maggiore è infatti quello di esagerare con accostamenti sbagliati o tratti troppo marcati. La parola d’ordine? Non strafare. Alcuni consigli della make-up artist Marilena Palermo del salone di coiffure Moscova 10 a Milano al Corriere della Sera.

ThinkstockPhotos-81176067

NO ALLE LABBRA VINILICHE
Partiamo dalle labbra: niente rossetti lucidi, che sono assolutamente sconsigliati. «Quelli opachi, rossi o bordeaux, sono meno semaforici e infondono sicurezza», ha spiegato Marilena Palermo. Abbasso quindi le labbra viniliche, perché se non sono abbastanza disegnate o carnose l’effetto potrebbe risultare sgradevole e innaturale.

Teenage Girl Applying Make Up

OCCHI O BOCCA?
Dobbiamo ricordarci che la regola numero uno è «non strafare»: quindi, per non compiere errori grossolani e somigliare a una drag queen, siamo costrette a scegliere cosa valorizzare: occhi o bocca? «Se optiamo per le labbra gli occhi andrebbero lasciati al naturale (o viceversa), tutt’al più definiti da un velo sottile di mascara», spiega l’esperta. Per catturare lo sguardo del vostro interlocutore (in questo caso il futuro datore di lavoro) dovete prestare attenzione a esaltare i singoli dettagli. I colori? Meglio optare senza dubbio per quelli naturali: «No agli ombretti dai colori shocking, fucsia o celeste. Meglio puntare su toni naturali, terrosi, come kajal o testa di moro, per definire lo sguardo senza appesantirlo», spiega la make up artist

ThinkstockPhotos-101523607

INCARNATO E CIPRIA
Se volete prepararvi al meglio per il primo appuntamento, iniziate il vostro rituale di bellezza un paio d’ore prima con patch per attenuare le borse sotto gli occhi. Per contrastare i segni della stanchezza e il colorito opaco, è meglio non utilizzare terre iridescenti. Il loro difetto? Vi fanno sembrare più vecchie. L’alternativa, secondo l’esperta, è un correttore per coprire le occhiaie e le zone più scure del viso, abbinato a un primer illuminante e a un tocco di blush sulle guance».  Il fondotinta deve essere illuminante e a lunga tenuta.
E la cipria? Se non avete più 20 anni, per fissare il make up dovreste evitare di usarla: «Tende ad accentuare le rughe», sottolinea l’esperta. Che il giorno delle nozze l’esperta consiglia, invece, di ricorrere a un fissatore spray da vaporizzare sul viso facendosi aiutare da un professionista.

ThinkstockPhotos-477290203

MANI E UNGHIE CURATE
Dopo il viso, anche le mani vogliono la loro parte: sono infatti un ottimo biglietto da visita. Devono essere assolutamente curate ed è importante non esagerare con forma e lunghezza delle unghie: per non apparire volgari, è meglio tenerle corte. Lo smalto consigliato? Quello rosso, intramontabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, wellness Argomenti: , , , , , , Data: 19-01-2016 10:43 AM


Lascia un Commento

*