«Lascio un Movimento paranoico»

Si è dimessa Viviana Guarini, ex consigliera regionale del gruppo guidato da Grillo. Alla base della frattura c'è un fotomontaggio fatto circolare dagli altri attivisti che la ritrae con il sindaco di Bari, Antonio Decaro.

viviana-guariniL’ex consigliera regionale pugliese Viviana Guarini ha deciso di lasciare il Movimento 5 stelle con un durissimo post su Facebook. Alla base dei litigi con i sostenitori vicini a Grillo c’è un fotomontaggio fatto dagli altri attivisti che la ritrae accanto al sindaco di Bari del Pd, Antonio Decaro. La provocazione dei sostenitori del Movimento era scaturita da un’immagine di lei al suo compleanno, pubblicata il 12 gennaio, nella quale qualcuno aveva notato il bracciale che aveva sul polso destro, con la scritta Bari per bene (distribuito per una campagna del sindaco barese). «Dovete insinuare che stia inseguendo strategie per candidarmi a Roma, o peggio candidarsi con qualche altro partito. La vostra vita è diventata questa: la paranoia, la cattiveria e ‘se non la pensi più come me’ allora fai schifo. Lo sapete che c’è? Che mi sono rotta», ha scritto sul social network.

GLI INIZI NEL MOVIMENTO
La donna era entrata nel Movimento nel 2013. Dopo aver conseguito la laurea in psicologia all’università di Urbino si era fatta conoscere grazie alle battaglie contro le trivellazioni e il gasdotto. Nel 2015 è arrivata seconda alle primarie interne per le regionali ed è entrata nel Consiglio pugliese assieme ad altri sette pentastellati. Ma la sua avventura regionale è durata pochi mesi perché un altro deputato grillino ha fatto ricorso al Tar, vincendo.

I PRIMI PETTEGOLEZZI
Dopo aver restituito i 13 mila euro decurtati dallo stipendio, ha deciso di prendersi una pausa politica per problemi personali. In quel momento «sono iniziati pettegolezzi e mormorii. Molti militanti iniziarono a pensare che volessi andare a Roma o che stessi preparandomi a entrare in un altro partito», ha dichiarato la Guarini in un’intervista a Vanity Fair.

L’USCITA DAL MOVIMENTO
In seguito alla pubblicazione della foto in cui appariva con al polso il braccialetto ‘incriminato’ e le successive speculazioni dei suoi ‘colleghi’, la Guarini ha deciso di lasciare il Movimento. «Era un bracciale fatto dai carcerati, distribuito all’interno di una campagna di Decaro contro l’inciviltà e a favore dei senzatetto. Non aveva un significato politico», ha affermato. E ha aggiunto: «Non passerò mai al Pd. Per ora voglio restare fuori anche dalla politica. Sai, solo quando ti allontani da una realtà, ne puoi vedere la follia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , , Data: 18-01-2016 07:42 PM


Lascia un Commento

*