Taiwan, la presidente è femmina

Tsai Ing-wen è la prima donna a capo della Repubblica di Cina. Un traguardo raggiunto dopo aver vinto le elezioni contro il Kuomintang, al potere dal 1949. E a Pechino non sono contenti.

Taiwan Presidential Election 2016Doppia rivoluzione a Taiwan. Le elezioni di gennaio 2016 non solo hanno visto il Kuomintang finire all’opposizione per la prima volta dal 1949, ma anche la prima donna diventare Presidente del Paese che lotta per un riconoscimento sul piano internazionale da parte di altri Stati. La vittoria di Tsai Ing-Wen sul rivale Eric Chu è stata netta: la ex vicepremier della Repubblica di Cina (così viene chiamata Taiwan) si è affermata conquistando il 56% dei voti, insieme ai 113 seggi che assicurano la maggioranza assoluta al suo Partito progressista e democratico.

TSAI ING WEN 4DISAPPUNTO CINESE
Non appena il risultato delle elezioni è stato ufficializzato, la neo-presidente Tsai ha ribadito con forza l’esigenza di vedere rispettato il proprio Paese, a cui deve essere uno spazio adeguato nella politica internazionale. L’elezione di Tsai non è piaciuta al governo cinese, tanto che il social Weibo, riporta la Stampa, ne ha censurato il nome.

Taiwan Presidential Election 2016L’ASCESA POLITICA
Nata nel 1956, ultima di 11 figli, si è dedicata agli studi di giurisprudenza ed economia costruendo la propria carriera all’interno del mondo universitario. La svolta arrivò nel 1990, quando, grazie al suo alto profilo accademico, venne chiamata in qualità di consulente per studiare una strategia che permettesse a Taiwan di entrare nel WTO. Da quel momento, pur senza mai perdere di vista la politica indipendentista, si è ritagliata un ruolo da artefice nella costruzione di rapporti commerciali con il grande nemico di sempre, la Repubblica Popolare Cinese.

TSAI ING WEN 2IL VALORE DELL’INDIPENDENZA
Ciononostante, Tsai ha costruito proprio sulle rivendicazioni indipendentiste il suo successo elettorale, andando in direzione opposta rispetto alle aperture che, negli ultimi otto anni, il suo predecessore aveva concesso alla Cina, lasciandosi pian piano integrare dal punto di vista economico. Una linea che non è piaciuta alla popolazione, ansiosa di conservare la propria indipendenza. Tsai ha saputo trarre il massimo profitto da questo sentimento, riuscendo così ad aggiudicarsi le elezioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , Data: 18-01-2016 12:25 PM


Lascia un Commento

*