L'uomo Cavalli è 'dandy'

La maison fiorentina ha aperto la fashion week, in programma a Milano dal 15 al 19 gennaio e dedicata alla moda maschile per l'autunno/inverno 2016-2017. Ecco il video della sfilata.

rob-610x440Dal 15 al 19 gennaio è in programma a Milano la fashion week dedicata alla moda maschile per l’autunno/inverno 2016-2017. Ad aprire la settimana è stata la sfilata di Roberto Cavalli, con la prima collezione uomo firmata per la maison dallo stilista Peter Dundas, designer del marchio dalla primavera 2015.

UNA COLLEZIONE ‘EGOISTA’
A settembre la collezione dedicata alla donna non aveva convinto tutti, ma in questa occasione lo stilista norvegese sembra aver fatto centro, rinfrescando l’immagine del marchio senza tradirne lo spirito. A chi gli chiede, a poche ore dalla sfilata milanese, se il suo uomo sia più giovane di quello proposto finora dalla maison, Dundas risponde senza esitazioni: «Lo spero. Per me l’uomo Cavalli ha un posto rilevante nella moda, lo associo con la musica, la libertà, la natura. Il mio dovere era quello di dare una visione fresca, alla mia maniera, di questo uomo». Lo stilista ha anche dichiarato di aver lavorato in modo ‘egoista‘, mettendo in passerella ciò che davvero indosserebbe nella vita di tutti i giorni.

«ABBIAMO BISOGNO DI UNA COMFORT ZONE»
Alle necessità dei giovani contemporanei si è poi mescolato uno sguardo allo stile delle icone rock di fine Anni’60 inizio ’70 come Mick Jagger, Keith Richards, Serge Gainsbourg. È nato così quel mix di casuale e sartoriale, di maschile e femminile, di basico e prezioso che rende questo dandy Cavalli fresco e moderno. «È importante che l’uomo possa sentirsi anche tenero, avere il piacere dei colori, dei ricami, di elementi sensuali, ma bilanciati, da un jeans o da un pantalone di velluto a coste. Non abbiamo voglia di cose troppo estreme, abbiamo bisogno di una comfort zone», ha dichiarato lo stilista.

UNO STILE ECCENTRICO E MODERNO
La ‘rivoluzione’ parte dalla sera: pigiami e vestaglie escono dalle camere da letto e si portano insieme alle sneakers, sciarpette sottili, collane d’argento con cavalli alati. La giacca è stile kimono, con la cintura in tessuto, e i pantaloni sono morbidi. Nel rispetto della storia della maison le stampe sono protagoniste della collezione, ma non ce n’è nessuna ripresa dall’archivio: sono ispirate all’Arts and Crafts e al lavoro di William Morris e propongono un mix floreale dove i motivi animalier sono quasi nascosti. Non manca la pelle, con lavoratissimi cappotti in patchwork di pitone e vitello, da alternare alle pellicce, vere o stampate. Ecco il video della sfilata.
Immagine anteprima YouTube

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, eventi, Fashion, milano, Sfilate, Tendenze, uomo, uomo Argomenti: , , , , Data: 18-01-2016 10:54 AM


Lascia un Commento

*