«Io, costretta a prostituirmi per sopravvivere»

Lo ha dichiarato a La Zanzara la showrgirl transessuale Maurizia Paradiso, raccontando di essere stata truffata da un ragazzo nel periodo della malattia: «Non ho più soldi, ho pensato di togliermi la vita».

Immagine«Quando facevo la chemioterapia ho fatto un assegno di 40mila euro a un ragazzo che mi aiutava e si era innamorato del mio personaggio. Veniva sempre a trovarmi in ospedale mentre i miei familiari non sono mai venuti. Gli ho dato i soldi per pagare le utenze e altre cose. Lui però si è tenuto il resto, più di 30mila euro». È un racconto disperato quello della nota transessuale showgirl Maurizia Paradiso, che ha affidato a La Zanzara su Radio 24, raccontando di essere stata truffata da un ragazzo durante il periodo della malattia. «Gli ho detto che erano gli unici soldi che avevo – racconta la Paradiso – e lui all’inizio ha pagato le mie bollette e altre cose. Ero in prognosi riservata, con la leucemia galoppante e lui era l’unica persona che avevo accanto. È un ragazzo di 22 anni, mi fidavo. Ha speso 7 mila euro correttamente ma poi ha aperto un suo negozio con i soldi miei. Ora l’ho denunciato ma non ho più un euro, ho finito tutti i risparmi».

«DEVO PROSTITUIRMI PER VIVERE»
«Pochi giorni fa», ha raccontato la showgirl, «volevo ammazzarmi con le pasticche della chemioterapia. Ero sola in casa a piangere. Volevo togliermi la vita. Ma non ce la faccio a uccidermi, ancora la vita mi piace troppo».
«E come fai adesso?», le hanno chiesto i conduttori: «Mi sono iscritta a un sito di prostituzione, non posso fare altrimenti: se non mi prostituisco non posso più mangiare», racconta. «Per colpa di questo ragazzo che mi ha fregato tutti i soldi. Vado in giro per ospedali e mense».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , Data: 15-01-2016 08:07 PM


Lascia un Commento

*