Il suo primo Oscar a 87 anni

di Matteo Mazzuca
Con la colonna sonora di The Hateful Eight di Quentin Tarantino il maestro Ennio Morricone ha vinto la prestigiosa statuetta. Ripercorriamo le cinque volte in cui arrivò a un passo dal premio.

Press Room - 88th Academy Awards

Dopo la vittoria del Golden Globe per la colonna sonora di The Hateful Eight di Quentin Tarantino, il maestro Ennio Morricone si è aggiudicato anche il suo primo premio Oscar all’età di 87 anni.
«Dedico questa musica e questo premio a mia moglie Maria»: con queste parole il compositore e direttore d’orchestra romano, con la voce rotta dall’emozione, ha concluso il suo discorso di ringraziamento all’Academy: «Grazie per il prestigioso riconoscimento», ha detto davanti alla platea del Dolby Teathre che gli ha riservato la standing ovation, «un pensiero va agli altri nominati, in particolare a John Williams. Non c’è una grande colonna sonora senza un grande ispiratore come Tarantino ed il suo team che ringrazio per avermi scelto».

CINQUE NOMINATION DAL ’79 AL 2000
Il leggendario compositore italiano con la colonna sonora di  The Hateful Eight è tornato ben 15 anni dopo a concorrere per la statuetta più ambita, ma va detto che, a onor del vero, tra l’Academy e Morricone non c’è mai stato un grande feeling. Il maestro, infatti, prima di The Hateful Eight, aveva già collezionato ben cinque nomination tra il 1979 e il 2000, ma nessuna di queste si era mai concretizzata nella vittoria del premio. Una vera e propria ingiustizia, a cui l’Academy, imbarazzata, aveva cercato di porre rimedio assegnando al Maestro un Oscar alla carriera nel 2007. Ripercorriamo i film che negli anni passati sono valsi cinque nomination a Morricone.

giornidelcieloI GIORNI DEL CIELO
Ennio Morricone ha sempre avuto un grande feeling con i grandi registi. Uno di questi è Terrence Malick. Morricone musicò la colonna sonora di I giorni del cielo, ottenendo una nomination per gli Oscar del 1979. Ambientato nel 1916, racconta la storia di due amanti, Bill e Abby, che si recano nel Texas del nord per mietere il raccolto di un facoltoso agricoltore del quale cercheranno di accaparrarsi l’eredità. Il film si aggiudicò l’Oscar per la migliore fotografia e il premio alla miglior regia al festival di Cannes.

gabrielsoboeMISSION
Mancata clamorosamente la nomination per C’era una volta in America, nel 1986 Morricone torna in lizza con il film Mission, di Roland Joffé, per cui compone uno dei suoi temi più celebri, Gabriel’s Oboe. Il mancato riconoscimento al compositore italiano venne percepito come profondamente ingiusto da molti critici. Il film, ambientato nel Sudamerica del XVIII secolo, racconta la storia di un missionario gesuita, interpretato da Jeremy Irons. Memorabile Robert De Niro nei panni del mercenario e schiavista Rodrigo Mendoza.

denirocaponeGLI INTOCCABILI
Da una parte l’Al Capone di Robert De Niro, dall’altra gli agenti proibizionisti capitanati da Kevin Costner e Sean Connery: questo racconta il film di Brian De Palma, che negli anni è diventato un vero e proprio cult. Sulla strada di Morricone, però, questa volta ci sono Bernardo Bertolucci e Ryuichi Sakamoto con L’Ultimo Imperatore.

ennio_morricone_-_bugsy_-_soundtrack_-_frontBUGSY
Nel 1991 Morricone continua a gravitare nell’area dei film di gangster, stavolta con Bugsy, di Barry Levinson. Il film racconta la vita del criminale Bugsy Siegel concentrandosi sulla sua storia d’amore con Virginia Hill. I due temi principali sono For Her, for Him e Act of Faith. A battere Ennio stavolta è Alan Menken con il suo lavoro per La Bella e la Bestia.

malena bellucciMALENA
Dopo aver ricevuto tre nomination in tre anni, Morricone sembra scomparire dal radar dei Premi Oscar. Almeno fino al 2000, quando il film di di Giuseppe Tornatore con Monica Bellucci colpisce lo sguardo dei membri dell’Academy. Il film, ambientato in paesino della Sicilia nel 1940, racconta la storia di una donna bella e seducente, vista dagli occhi di un dodicenne colpito dalla sua prorompente sensualità. Ma quell’anno, a vincere, non è né Morricone né Hans Zimmer con Il Gladiatore, bensì il cines Tan Dun con il suo lavoro per La Tigre e il Dragone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Attualità, persone, Protagonisti Argomenti: , , , , Data: 29-02-2016 12:00 PM


Lascia un Commento

*